PartannaLive.it


Castelvetrano: lettera aperta degli assessori Rizzo, Signorello e Stuppia alla Presidente della Commissione Antimafia

Castelvetrano: lettera aperta degli assessori Rizzo, Signorello e Stuppia alla Presidente della Commissione Antimafia
22 luglio
21:24 2016

In merito alle recenti dichiarazioni rilasciate da alcuni componenti della Commissione Antimafia nel corso della recente visita nelle province di Trapani e Palermo,  che hanno fortemente leso l’immagine di una intera comunità che agli occhi della nazione appare come se fosse collusa con le peggiori organizzazioni criminali, gli assessori Giuseppe Rizzo, Girolamo Signorello, Salvatore Stuppia hanno deciso di prendere ufficialmente posizione:

“La Massoneria è una Istituzione Universale che persegue la ricerca della verità e il perfezionamento dell’Uomo e dell’Umana Famiglia; opera per estendere a tutti gli uomini i legami d’amore che uniscono i Fratelli; propugna la tolleranza, il rispetto, di sé e degli altri, la libertà di coscienza e di pensiero. Presta la dovuta obbedienza e la scrupolosa osservanza alla Carta Costituzionale dello Stato democratico Italiano ed alle Leggi che ad essa si ispirino. All’interno delle logge esiste la riservatezza, così come in tante altre associazioni, e non la segretezza. Le sedi sono  facilmente reperibili anche sul web, ed il controllo sull’attività e sull’ammissione dei profani  è rigido, rigoroso e costante, e le stesse attività ed i nomi degli iscritti sono note alle competenti autorità. Con rammarico assistiamo ad un attacco scientifico di tipo politico, ed  alla volontà di delegittimare l’attività istituzionale posta in essere dal Sindaco Felice Errante, mediante attacchi personali ai sottoscritti.

Posto che l’appartenenza ad una loggia massonica regolare è riconosciuta dalla Costituzione Italiana, appare inverosimile essere additati come portatori di interessi criminali, o facenti parte di un sistema di potere parallelo alle istituzioni che ne regolerebbe o addirittura ne influenzerebbe il funzionamento della gestione della Res Pubblica. Ci indigna e ci turba profondamente che un Presidente di una commissione nazionale, che dovrebbe essere un organo al di sopra delle parti, possa mettere in discussione la nostra onorabilità, in assenza di dati oggettivi o di elementi di indagine che possano interessare le nostre persone o le attività istituzionali che abbiamo portato avanti, o le obbedienze alle quali ci onoriamo di appartenere. Appare davvero strano che detti attacchi vengano da una commissione che dovrebbe garantire l’assoluta imparzialità, e che invece più che svolgere un ruolo di indagine si lasci andare ad esternazioni che sanno  di propaganda politica, forse perché provenienti da un partito come il PD che ritiene di essere stato defenestrato dalla Giunta di governo. Non può neanche sottacersi di come appare strano aver dimenticato che anche alcuni soggetti politici, ormai non facenti più parte della giunta, abbiano fatto parte di logge massoniche senza che la Commissione abbia avuto alcunché da ridire, forse perche erano organici al PD? Sarebbe opportuno verificare se l’azione politica dei partiti presenti a Castelvetrano, PD compreso, possa risultare condizionata o meno dalla massoneria?

Ci si chiede per esempio dove era la commissione antimafia allorquando si provvedeva alla rimodulazione della geografia degli uffici giudiziari, con la soppressione di un importantissimo presidio di legalità come era la sezione distaccata del Tribunale di Marsala, ubicata in locali messi a disposizione gratuitamente dalla Civica Amministrazione? Come mai è rimasta sorda agli appelli lanciati dall’Amministrazione e dall’avvocatura belicina, per scongiurare tale soppressione? Ovvero sulla drammatica vicenda legata alla raccolta dei rifiuti?

Auspichiamo che la Commissione continui ad operare con rigore e con impegno, dedicando ogni risorsa  per far si che possano anche essere messi in campo ulteriori  ed efficaci strumenti legislativi che possano fornire agli organi inquirenti ed a quelli giudicanti strumenti di contrasto alle organizzazioni criminali.

Al Sindaco, forse vero destinatario degli ultimi strumentali attacchi politici, esprimiamo la nostra solidarietà invitandolo a difendere sempre con maggiore energia questa martoriata terra da attacchi immeritati e non supportarti da fatti oggettivi. Così come abbiamo sempre fatto negli anni di nostra esperienza amministrativa siamo disponibili a porre in essere ogni iniziativa che il Sindaco riterrà utile nell’esclusivo interesse della comunità che tra mille difficoltà amministriamo.

Avv. Giuseppe Rizzo

Avv. Girolamo Signorello

Dr. Salvatore Stuppia

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE