PartannaLive.it


Ricettazione cellulari, assolti due imputati

Ricettazione cellulari, assolti due imputati
19 luglio
15:23 2016

I giudici monocratici del Tribunale di Marsala, Mario Faillaci ed Ernesto Vallone, hanno assolto due soggetti, imputati in due diversi procedimenti penali, F. G. e G. E., dal reato di ricettazione di cellulare. Gli imputati, coinvolti in vicende differenti, erano stati accomunati dall’accusa di avere utilizzato telefoni di provenienza furtiva, avendo inserito la loro personale carta SIM all’interno degli apparecchi telefonici, circostanza provata dai tabulati telefonici acquisiti dagli inquirenti sulla scorta del codice IMEI degli apparecchi rubati. I giudici di Marsala, tuttavia, in entrambi i procedimenti penali, hanno accolto la tesi del difensore degli imputati, avvocato Pamela Nastasi, ritenendo che non vi fosse prova che gli effettivi utilizzatori delle schede SIM inserite nei cellulari provento di furto fossero gli intestatari delle carte telefoniche in questione, pronunciando, di conseguenza, sentenze di assoluzione. I procedimenti penali per ricettazione di cellulari arrivano copiosi nelle aule giudiziarie, per effetto della non difficoltosa possibilità di rinvenire i soggetti utilizzatori degli apparecchi rubati attraverso i codici IMEI degli stessi, ossia i numeri identificativi unici assegnati ad ogni telefono dal costruttore. Tuttavia, ai fini della prova della responsabilità penale, non può farsi leva su automatismi, dovendo acquisirsi al processo elementi fondanti, oltre ogni ragionevole dubbio, la condotta penalmente rilevante degli imputati e l’elemento soggettivo del reato, come dimostrano gli esiti dei procedimenti di cui sopra.

 

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE