PartannaLive.it


Salemi, un’auto in fiamme poi il panico. Vigile del fuoco trae in salvo tre bambini

Salemi, un’auto in fiamme poi il panico. Vigile del fuoco trae in salvo tre bambini
28 giugno
14:09 2017

SALEMI. Un’ esplosione e poi il panico. Stanotte alle 01,30 circa, il fortuito incendio di un’auto ha messo a repentaglio la vita di alcune persone e di tre bambini. I piccoli, che si trovavano al terzo piano di una abitazione, in via Garibaldi, in poco tempo, si sono ritrovati circondati dal fumo rischiando di rimanere intossicati o peggio, di perdere la vita. Il tutto si è scatenato dopo l’incendio dell’auto di famiglia posteggiata innanzi casa all’interno di un piccolo cortiletto. Le fiamme in poco tempo hanno avvolto il portone di casa, divorandolo e non lasciando possibilità in fuga. Ad andare a fuoco anche il portone dell’abitazione vicina, anch’esso in legno, in cui vive la nonna dei bambini e che è riuscita a salvarsi grazie al tempestivo intervento dei vigili del fuoco di Castelvetrano.

Fiamme altissime come testimoniano i vicini di casa, che hanno anch’essi vissuto da vicino la vicenda. Lo scoppio, dovuto all’incendio del motore dell’auto, ha rotto vetri e i tubi idrici. “Il cortile –  chiuso su tre lati, – si è trasformato in un forno” afferma una residente. Il fuoco in poco tempo ha sciolto tapparelle, sciolto tubi in plastica e i fili elettrici ed era impossibile scorgere qualcosa.

I tre bambini, due fratelli (un maschio ed una femmina) e un amichetto, si trovavano all’ultimo piano. Un momento tremendo per loro che sono stati travolti dal fumo sia da dentro casa che fuori in balcone, dal quale si sono affacciati in attesa che qualcuno intervenisse.

A salvarli è stato Salvatore Saladino, un volontario dei vigili del fuoco di Salemi che in quel momento non era in servizio. Allertato dalla centrale di quanto stava avvenendo, in attesa dei colleghi di Castelvetrano, l’agente si è recato immediatamente sul posto. Alla vista dei bambini, senza pensarci due volte, sprezzante del pericolo, li ha raggiunti dalla casa adiacente, sfondando la porta e arrampicandosi poi sui balconi. Un gesto esemplare che, grazie alla collaborazione di altri ragazzi è stato vitale per i bambini. Un volontario che, nonostante si potrebbe dire che abbia fatto semplicemente il suo lavoro,  si è distinto per l’impegno, la dedizione e lo spirito di servizio e che rende onore anche al Distaccamento locale che, nonostante l’impegno profuso in tutti questi anni e la sua indispensabile esistenza per tutti i Comuni vicini (ieri sera erano in servizio a Trapani) prossimamente potrebbe anche chiudere.

In salvo anche la mamma dei bambini che si trova in ospedale a Castelvetrano e un’altra figlia che si era nascosta nel sottoscala. La nonna stamattina è ritornata a casa per visionare i danni, affranta per quando accaduto.

Sulla dinamica e sulle cause che hanno scatenato l’incendio dell’auto e su altri dettagli stanno ora indagando i Carabinieri della stazione locale. In un primo momento gli uomini dell’arma hanno tentato di placare le fiamme con degli estintori. Nella mattinata degli operatori della rete del gas si sono occupati di mettere in sicurezza l’area.

 

Nata a Salemi, giornalista, ha studiato scienze politiche e delle relazioni internazionali. Crede nel giornalismo d’inchiesta e a quello di strada tra la persone e per le persone. Collabora con “Belice c’è” e ha fondato una rivista sull’eterno femminino. È stata corrispondente del Giornale di Sicilia e ha collaborato con Telejato e Report. Ama la politica, la natura e andare oltre le apparenze.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE