PartannaLive.it


Salemi, Forestale trova discarica abusiva di materiali pericolosi. Il proprietario rischia una sanzione da 26 mila euro

Salemi, Forestale trova discarica abusiva di materiali pericolosi. Il proprietario rischia una sanzione da 26 mila euro
12 agosto
11:08 2017

SALEMI. Una discarica abusiva è stata scoperta dal personale del Corpo forestale di Salemi nella zona di contrada Mazzampiedi. I Forestali, al momento del sopralluogo, hanno scoperto la presenza di lastre e componenti di eternit, nonché elettrodomestici in disuso, materiale ferroso di vario tipo, plastiche varie, vecchi pneumatici, sfabbricidi e materiale di risulta tra cui vetro e piastrelle di ceramica. Nella stessa area sono inoltre, state trovate circa una ventina di carcasse di automobili completamente bruciate, interni di automobili e rifiuti di vario genere, smaltiti in parte mediante incenerimento a terra. La maggior parte dei rifiuti, come riscontrato dagli agenti, giace a diretto contatto con il suolo ed è framista ad esso. Parte dell’eternit è frammentato, ridotto in polvere esposto alle intemperie, e all’azione del vento, con conseguente rischio di possibile rilascio di sostanze contaminanti e fibre di amianto. Dopo le prime verifiche per accertare il proprietario del fondo, i Forestali hanno provveduto al sequestro dell’area, e a segnalare all’Autorità giudiziaria il proprietario del terreno C.N.  per depositoincolloto di rifiuti speciali di vario genere anche pericolosi e getto pericoloso di cose. Per verificare il tasso di inquinamento è stato chiesto all’A.R.P.A. di Trapani, la verifica dei parametri ambientali dell’area. Sull’operazione effettuata dal Corpo Forestale, il Comandante Saverio Siino ha dichiarato che la stessa “rappresenta un rafforzamento delle attività di controllo del territorio tendente a garantire la sicurezza ambientale dei cittadini e tendente a combattere l’abbandono incontrollato di rifiuti. Il Corpo forestale di Salemi, malgrado il ridotto numero di personale continua a essere un presidio importante per la sicurezza dei cittadini”.

Considerata la presenza di rifiuti speciali anche pericolosi l’importo della sanzione sarà deciso dall’Autorità amministrativa competente il Libero consorzio di Trapani in sede di processo e va da un minimo di 2.600 a 26.000 euro.


Nata a Salemi, giornalista, ha studiato scienze politiche e delle relazioni internazionali. Crede nel giornalismo d’inchiesta e a quello di strada tra la persone e per le persone. Collabora con “Belice c’è” e ha fondato una rivista sull’eterno femminino. È stata corrispondente del Giornale di Sicilia e ha collaborato con Telejato e Report. Ama la politica, la natura e andare oltre le apparenze.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE