PartannaLive.it


Matteo Messina Denaro, condannati i “postini” di Salemi e Santa Ninfa

Matteo Messina Denaro, condannati i “postini” di Salemi e Santa Ninfa
23 dicembre
18:14 2017

Tre condanne e una assoluzione per i presunti “postini” di Matteo Messina Denaro. A scontare la pena secondo quanto deciso dal Trinuale di Marsala saranno Sergio Giglio, 47 anni, allevatore, pregiudicato, di Salemi condannato a 13 anni e 4 mesi di carcere, Leonardo Agueci, di 29, ragioniere, di Gibellina che dovrebbe scontare 3 anni e 4 mesi ed infine Ugo Di Leonardo, 75 anni, ex geometra del Comune di Santa Ninfa, fino a ieri incensurato condannato a 12 anni. Assolto risulta invece Giovanni Mattarella, accusato di favoreggiamento e genero del boss mafioso di Mazara del Vallo Vito Gondola morto a luglio per una grave malattia e principale imputato nel processo.

I tre condannati dovranno pagare anche una serie di pene accessorie come la condanna al pagamento delle spese processuali e del loro mantenimento in carcere) e risarcimento danni alle parti civili: 15 mila euro ciascuno ai Comuni di Castelvetrano, Salemi e Santa Ninfa, 3 mila euro ciascuno all’associazione antimafie e anti racket «La verità vive» di Marsala, rappresentata dall’avvocato Peppe Gandolfo, all ‘Antiracket e a Confindustria Trapani (avvocato Giuseppe Novara), all’Antiracket Alcamo, al Centro studi «Pio La Torre» e a Codici Sicilia (avvocato Giovanni Crimi).

Il procedimento è nato dall’operazione antimafia “Ermes” del 3 agosto 2015, che aveva messo alla luce un sistema di smistamento di “pizzini” ch epartivano ogni due settimane da una masseria nei dintorni di Mazara.

Leonardo-Agueci-Sergio-Giglio-Ugo-Di-Leonardo

 

Nata a Salemi, giornalista, ha studiato scienze politiche e delle relazioni internazionali. Crede nel giornalismo d’inchiesta e a quello di strada tra la persone e per le persone. Collabora con “Belice c’è” e ha fondato una rivista sull’eterno femminino. È stata corrispondente del Giornale di Sicilia e ha collaborato con Telejato e Report. Ama la politica, la natura e andare oltre le apparenze.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE