PartannaLive.it


Salemi, arrestato l’ex deputato regionale Pino Giammarinaro

Salemi, arrestato l’ex deputato regionale Pino Giammarinaro
22 febbraio
10:44 2018

SALEMI. Ieri sera alle 20 circa i Carabinieri della stazione di Salemi hanno tratto in arresto Pino Giammarinaro. L’uomo è stato arrestato in flagranza di reato per violazione degli obblighi previsti dalla misura di prevenzione a suo carico mentre passeggiava con un uomo anch’esso coinvolto nello stesso procedimento patrimoniale, una circostanza anch’essa che viola le disposizioni a suo carico.

Nel corso della notte i Carabinieri della Stazione di Salemi, guidati dal Maresciallo Capo Calogero SALVAGGIO, hanno tratto in arresto Giuseppe GIAMMARINARO classe 1946, per violazioni agli obblighi della sorveglianza speciale.

Gli uomini dell’Arma, impegnati in un servizio perlustrativo, hanno sorpreso il GIAMMARINARO mentre viaggiava a bordo di un’auto condotta da un soggetto del luogo, in palese violazione agli obblighi impostigli dalla misura di prevenzione  personale cui è sottoposto. Non era la prima volta che i militari sorprendevano il GIAMMARINARO in compagnia sempre dello stesso soggetto pregiudicato con il quale, evidentemente, intratteneva una frequentazione abituale.

All’atto del controllo i Carabinieri accertavano altresì che il Giammarinaro era  sprovvisto della carta precettiva, documento che ogni sorvegliato speciale è obbligato a portare al seguito e ad esibirlo a richiesta da parte delle forze di polizia.

Condotto presso il comando Stazione per le formalità di rito il GIAMMARINARO veniva quindi dichiarato in arresto e tradotto presso la propria abitazione ove resterà recluso, in regime degli arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa della celebrazione del rito direttissimo. 

Aggiornamento delle ore 21.30:

Rimesso immediatamente
in libertà l’On.le Pino Giammarinaro

Si è tenuta stamane – innanzi al Tribunale di Marsala in composizione Monocratica – l’udienza di convalida relativa all’arresto dell’On.le Pino Giammarinaro cui è stata contestata, dai Carabinieri di Salemi, la trasgressione delle prescrizioni relative alla misura di prevenzione applicatagli.
Il Giudice ha ritenuto l’illegittimità dell’arresto in relazione ad uno dei due addebiti mossi nei confronti dell’ex deputato regionale, e cioè quello di non avere con sé la carta precettiva, ragion per cui la misura non è stata convalidata.
Quanto al secondo addebito, la violazione della prescrizione che gli vieta di accompagnarsi con pregiudicati, il Giudice ha ritenuto la mancanza indizi per ritenere sussistente l’infrazione contestata.
Il Giudice ha fissato per il 13 marzo 2018 l’udienza all’esito della quale verrà vagliato il merito della vicenda che, come commenta il Difensore Avv. Paolo Paladino, “nasce da un arresto irragionevole perché eseguito senza che ve ne fosse alcuna giustificazione”.

 

 

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE