PartannaLive.it


Salemi, i costi dei cani randagi tra cura, mantenimento e l’avvio del canile

Salemi, i costi dei cani randagi tra cura, mantenimento e l’avvio del canile
14 febbraio
13:31 2018

SALEMI. Ammonta a 9.933 euro il servizio di custodia e mantenimento dei 54 cani randagi ricoverati nei due canili esterni al territorio comunale. Il Comune di Salemi con giusta determina ha affidato la cura degli amici a 4 zampe per i mesi di febbraio e marzo ai canili Mister dog di Rocca di Neto in provincia di Crotone e al rifugio sanitario di Mussomeli. La somma ammonta rispettivamente a 3.455 euro per 24 cani ricoverati in Calabria e 6.478 euro per i 30 cani che si trovano nel territorio siciliano.

L’affidamento alle associazioni che gestiscono i due canili è provvisorio e prolungato fino alla apertura del canile comunale di Salemi di contrada Baronia e fino all’arrivo del “Nulla-osta” dell’A. S.P di competenza delle due province necessario al trasferimento dei cani.

L’affidamento alla ditta Mister Dog era stato formalizzato nel 2010, e prevede anche il servizio di accalappiamento dei randagi di cui il Comune di Salemi è sprovvisto.

Nel mese di novembre del 2017 il Comune di Salemi aveva chiesto ulteriori preventivi ad altre ditte. Una ditta di Trabia, (la stessa che si è poi aggiudicata la gestione del canile salemitano) aveva offerto un ribasso di 1 euro rispetto alla ditta Mister Dog (che offre il servizio a 3 euro al giorno per singolo cane) e con un costo aggiuntivo di trasferimento di 200 euro per ogni gruppo di 6 cani. Un trasferimento che però necessità anche in questo caso della documentazione sanitaria dell’Asp che da quanto si evince dalla determina viene dato in “tempi non prevedibili”.

In via di apertura è il canile che ricordiamo ha un costo di 450 mila euro e i cui lavori affidati alla ditta ” Cassano SRL.” di Mazara Del Vallo sono stati ultimati il 13 febbraio 2017. A seguito di un avviso pubblico è stata affidata la gestione all’ Associazione “AGADA” con sede a Trabia (PA);

Completati altri lavori, aggiuntivi al progetto iniziale, nel mese di dicembre il canile è stato dotato dei presidi sanitari necessari per mettere in funzione la futura sala veterinaria. La fornitura è stata effettuata dalla ditta Lory progetti veterinari della provincia di Mantova per un totale di 14.080,02 euro.

Ulteriori acquisti, effettuati nei giorni scorsi, riguardano mangiatoie antiscivolo in acciaio e lettini in plastica di diversa capienza e misura, per un importo complessivo di circa 2 mila euro.

Al Comune di Salemi, oltre ai cani presenti dei due canili sopra citati, appartengono altri randagi che vagano sul territorio e che sul piano sanitario hanno un costo. Il randagismo, sopratutto nel Sud Italia è fenomeno che non accenna a diminuire e che fa riferimento ad una cultura che guarda poco alla tutela degli animali sia in termini di prevenzione dell’abbandono sia di mancata sensibilità di chi li abbandona.

 

About Author

Agostina Marchese

Agostina Marchese

Nata a Salemi, giornalista, ha studiato scienze politiche e delle relazioni internazionali. Crede nel giornalismo d’inchiesta e a quello di strada tra le persone e per le persone. Collabora con “Belice c’è” e ha fondato una rivista sull'eterno femminino. È stata corrispondente del Giornale di Sicilia e ha collaborato con Telejato e Report. Ama la politica, la natura e andare oltre le apparenze.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Il cittadino Segnala

RUBRICHE

  Che cos’è un ripetitore WiFi e come funziona

Che cos’è un ripetitore WiFi e come funziona

[juiz_sps buttons="facebook, twitter, google"]

SEGNALAZIONI

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE