PartannaLive.it


Assolto salemitano accusato di spaccio di sostanze stupefacenti. Nessuna prova contro il giovane

Assolto salemitano accusato di spaccio di sostanze stupefacenti. Nessuna prova contro il giovane
04 luglio
14:47 2018

Il fatto non sussiste. Il giudice monocratico del Tribunale di Marsala, dott. Quintino, ha assolto dal reato di spaccio A. G., salemitano, che era stato sorpreso con 8,4 grammi di cannabis. Nell’ottobre del 2016, dopo una perquisizione personale, in strada, e poi a domicilio, ad opera dei militari dei Carabinieri, il giovane era stato sotto posto al fermo, per essere poi sottoposto a convalida dal giudice con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In Tribunale, il giudice il Gip, ha accolto la tesi della difesa decretando l’assoluzione.  L’avvocato difensore Milko Palermo ha infatti sottolineato non soltanto la mancata suddivisione in dosi della sostanza ma anche l’assenza di qualsiasi bilancino a casa del giovane. Nessuna prova a carico di A.G, che quindi era solo un detentore e non un pusher.

In tema di detenzione di sostanza stupefacente, come evidenziato nella sentenza di Cassazione n. 37629/2015, la destinazione allo spaccio rappresenta un elemento costitutivo della fattispecie e tale specifica finalità della illecita detenzione deve essere provata dalla pubblica accusa, non potendosi far carico all’imputato dell’obbligo di provare la diversa destinazione, al solo uso personale, della sostanza stupefacente posseduta.

In accoglimento delle argomentazioni della difesa, il giudice ha assolto l’imputato l’imputato dal reato ascrittogli perché il fatto non è previsto dalla legge come reato.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE