PartannaLive.it


Salemi. Donna aggredita da un cane. Comune risarcisce i danni

Salemi. Donna aggredita da un cane. Comune risarcisce i danni
24 settembre
12:36 2018

SALEMI. Una travagliata vicenda ha visto come protagonista un incolume cittadina salemitana la signora G.R, colpita da un grave incidente.

Tutto ebbe inizio ben quattro anni fa, esattamente il 17/02/2014, quando la signora in questione, attraversando a piedi Via Dante Alighieri, venne aggredita da un cane di grossa taglia, che le morse violentemente la gamba destra, ferendola gravemente. Portata d’urgenza al pronto soccorso dell’ospedale di Salemi G.R. ricevette diversi punti di sutura ed una medicazione estesa su tutta la gamba ferita.

Dopo aver ricostruito i fatti e con il referto medico in mano la signora R. tramite il proprio difensore, l’avvocato Accardo, nel luglio 2016 decise di chiedere il risarcimento per i danni subiti al Comune di Salemi, mentre lo scorso marzo sempre l’avvocato Accardo chiedeva la stipula di una negoziazione assistita.

Prima di procedere ad una eventuale liquidazione il Comune di Salemi, tramite il proprio difensore, l’avvocato Valeria Ciaravino, ha però voluto accertarsi meglio sull’accaduto, chiedendo maggiori informazioni al Comandante delle Polizia Municipale Diego Muraca che ha trasmesso una dettagliata relazione sulla vicenda. Dalla ricostruzione inviata dal Comandante sarebbe infatti emerso che già il 18/02/2014 era stata ordinata la “cattura” dell’animale, mentre con nota del 25 marzo il suddetto cane risultava già con un microchip inserito, e quindi di proprietà del Comune di Salemi.

Davanti al quadro appena prospettato il difensore dell’Ente Ciaravino decise di accettare la negoziazione proposta dall’avvocato della parte lesa, il quale ad una prima richiesta di risarcimento pari a 2.300 euro (spese legali incluse), dopo una serie di incontri con la controparte e valutati gli elementi in possesso, ha deciso di declassare la propria richiesta a 1000 euro per i danni subiti dalla propria cliente, più 500 euro di spese legali, per un totale di 1.500 euro. Tale somma, che il Comune dovrà liquidare entro il 30/09/2018, verrà prelevata dal “Fondo Rischi contenziosi”, per evitare così che un eventuale proseguimento della controversia possa arrecare un ulteriore danno all’Ente.

(foto archivio)

Amante della scrittura, abile disegnatrice, scrive per “Il Giornale di Sicilia”. Si definisce una ragazza con la testa tra le nuvole ma con i piedi ben piantati per terra.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE