PartannaLive.it


Quando il dolore diventa una risorsa. Dall’esperienza di Ernico nasce “Belice soccorso” onlus

Quando il dolore diventa una risorsa. Dall’esperienza di Ernico nasce “Belice soccorso” onlus
02 dicembre
10:25 2018

Può il dolore trasformarsi in una risorsa? La risposta è “SI” ed è quello che è accaduto al vitese Enrico Perricone che dopo la grave perdita dei genitori ha fondato una “speciale” associazione di volontariato. Le giornate trascorse tra pronto soccorso e ambulatori e il vivere sulla propria pelle le problematiche ospedaliere hanno portato Enrico alla fondazione della “Belice soccorso onlus”, una struttura operativa dotata di ambulanza e auto medica che presta servizio in tutto il territorio belicino e non solo.

L’auto medica, una delle poche in provincia è attrezzata per il trasporto di organi e per il soccorso pediatrico. Allestita in un apposito centro a Caltanissetta è dotata inoltre di defibrillatore e un monitor multifunzionale (nel quale visualizzare i dati dell’elettrocardiogramma, la temperatura corporea) che permette di inviare tramite il sistema del wi – fii i dati al pronto soccorso.

Totalmente attrezzata di ogni dispositivo anche l’ambulanza che opera con la collaborazione di sette volontari, due medici e quattro infermieri.

In due mesi grazie alla collaborazione di Rosa Maria Stallone di Partanna e Anna De Fiippi di Salemi, il Belice soccorso è diventato realtà.

L’associazione, attiva da 10 giorni, si sta muovendo anche per ottenere altre certificazioni che gli permettaranno di iniziare a lavorare con il 118, 24 ore su 24 e di potere trasportare nel futuro anche le sacche di sangue tra ospedali pubblici e/o cliniche convenzionate.

Attiva l’omonima pagina facebook dove alcuni medici mettono giornalmente al servizio la propria professionalita trattando argomenti di rilevanza pubblica (vaccini, malattie arteriose etc).

C’è un dolore che insegna a connetterci con gli altri. Volevamo realizzare qualcosa di utile e nonostante le lungaggini burocratiche ce l’abbiamo fatta – afferma Ernico. Tutti coloro che fanno parte di questa associazione sono persone sensibili ed empatiche. Questo territorio nonostante le difficolta, nonostante il terremoto, nonostante tutto ci porta ad andare avanti. Questa è la prova che dalle macerie si puo costruire qualcosa”

È possibile contattare l’associazione al 339 80 60 305 o recandosi personalmente nella sede di Viale Valle del Belice a Vita.

“Medici, operatori, infermieri, l’associazione ha bisogno di voi – conclude Enrico”

Nata a Salemi, giornalista, ha studiato scienze politiche e delle relazioni internazionali. Crede nel giornalismo d’inchiesta e a quello di strada tra la persone e per le persone. Collabora con “Belice c’è” e ha fondato una rivista sull’eterno femminino. È stata corrispondente del Giornale di Sicilia e ha collaborato con Telejato e Report. Ama la politica, la natura e andare oltre le apparenze.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE