PartannaLive.it


Due giornate dedicate alla violenza sulle donne. A Santa Ninfa numerose iniziative

Due giornate dedicate alla violenza sulle donne. A Santa Ninfa numerose iniziative
08 marzo
16:53 2019
Condividi

Sono due le giornate dedicate alla festa della donna, organizzate dal Comune di Santa Ninfa. Oggi 8 marzo è stata inaugurata, in collaborazione con il Lions club Salemi-Valle del Belice, nella piazza Cristo risorto, la prima panchina rossa del acittà. Una iniziativa simbolica che vuole ricordare la violenza di cui tante donne sono vittime.

Domani sabato 9, a partire dalle 16,30, al museo «Cordio», si terrà la manifestazione «Donne al museo». «Storie vissute con il calore della famiglia, l’impegno per il lavoro e la bellezza dell’arte» è il sottotitolo dell’iniziativa, organizzata in collaborazione con il circolo «Valle del Belice» di Legambiente e con la Rete museale e naturale belicina. Il programma, dopo i saluti del sindaco Giuseppe Lombardino, prevede un incontro con le testimonianze di alcune donne: Angela Lombardo, Elena Biondo, Francesca Vaccara, Giuseppa Paternò, Maria Di Carlo, Rosaria Di Benedetto, Serena Sciuto e Valentina Caradonna. A moderare sarà l’assessore alla Cultura Rosalinda Genco.

 

 

A seguire, alle 18, una sfilata di modelle non professioniste con accessori e gioielli a cura di «Chi semina raccoglie», «CiuryCiury», Elisa Grimaldi, «Gandolfo&Friends», «GioCrea» e «MayOptical». Alle 19 la manifestazione si chiuderà con un «eco-aperitivo».

«La panchina rossa – spiega l’assessore Genco – non è solo simbolo della lotta contro la violenza sulle donne, ma anche monito per le vittime che vanno invitate a denunciare sempre, in quanto questo è l’unico vero strumento per tutelare la loro vita. La manifestazione al museo – aggiunge – vuole invece sottolineare l’importanza dell’uguaglianza di genere, grazie alla testimonianza di donne che si sono distinte sul territorio, e ad una sfilata di gioielli ed accessori artigianali, creati da donne, che si svolgerà tra le stanze e le opere dei meravigliosi spazi museali che ospitano le opere di Nino Cordio».

About Author

Agostina Marchese

Agostina Marchese

Nata a Salemi, giornalista, ha studiato scienze politiche e delle relazioni internazionali. Crede nel giornalismo d’inchiesta e a quello di strada tra le persone e per le persone. Collabora con “Belice c’è” e ha fondato una rivista sull'eterno femminino. È stata corrispondente del Giornale di Sicilia e ha collaborato con Telejato e Report. Ama la politica, la natura e andare oltre le apparenze.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Il cittadino Segnala

RUBRICHE

  Che cos’è un ripetitore WiFi e come funziona

Che cos’è un ripetitore WiFi e come funziona

[juiz_sps buttons="facebook, twitter, google"]

SEGNALAZIONI

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE