PartannaLive.it


24 Giugno
17:02 2019

SANTA NINFA. Il «programma Feuerstein», utilizzato in tutto il mondo in diversi contesti educativi, ha trovato spazio e attuazione anche nella scuola primaria di Santa Ninfa. Il progetto educativo, teorizzato dallo psicopedagogista Reuven Feuerstein, si è svolto da gennaio a maggio, per due volte a settimana, con alunni delle diverse classi. A metterlo in pratica sono state le insegnanti Silvana Glorioso, Giusi Cascio, Anna Trinceri e Iana La Rocca, che hanno creduto nel metodo basato sulla teoria della cosiddetta «modificabilita cognitiva strutturale» attraverso l’esperienza di apprendimento mediato.

In pratica, il metodo punta sulla modificazione continua delle strutture del pensiero, poiché l’intelligenza umana non è statica, ma può essere sviluppata in virtù della sua plasmabilita e plasticità. Basandosi su queste convinzioni, le insegnanti, mediatori che selezionano, pianificano e organizzano gli stimoli ambientali, hanno puntato sul potenziamento delle capacità di organizzazione, pianificazione e astrazione dei piccoli studenti, stimolando livelli più alti di  rappresentazione mentale e di risoluzione dei problemi in molteplici contesti di apprendimento. L’auspicio delle quattro docenti è che per il prossimo anno scolastico si possa arricchire e continuare il programma coinvolgendo anche altri giovanissimi studenti, in particolare delle prime classi.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Il cittadino Segnala

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE