PartannaLive.it


Diario delle mie letture, Partanna 04/08/2014

Diario delle mie letture, Partanna 04/08/2014
04 agosto
16:57 2014

una-mutevole-veritàPartanna…

Quando arriva l’estate e abbiamo alcuni giorni di ferie da trascorrere al mare, in compagnia di un bel libro, sotto l’ombrellone quando la canicola non ti permette nemmeno di avvicinarti all’acqua, pena un’ustione di terzo grado, è utile munirsi di diverse alternative. Nel carnet dei libri che non devono assolutamente mancare bisogna fare attenzione a non dimenticare alcuni autori, alcuni generi, alcune case editrici. Tra i libri non escluderei un titolo della casa editrice Einaudi, uno delle edizioni Adelphi, l’ultima pubblicazione della Sellerio e indispensabilmente un libro della casa editrice Marsilio della collana intitolata Giallo Svezia. Per non guastarsi le ferie, che quasi sempre finiscono con l’essere noiose e ripetitive è opportuno movimentare le giornate con un bel romanzo d’avventura, ambientato, possibilmente, in terre lontane e freddissime, oppure optare per una sensuale storia d’amore dove non manchino, sesso, tradimenti e romanticismo. Di sicuro non deve mai mancare un autore, Simenon, che con le sue innumerevoli opere garantisce quasi sempre una buona lettura. Nel mio carnet personale si trova quasi sempre un autore pugliese, ex magistrato, ex parlamentare e ora scrittore a tempo pieno, Gianrico Carofiglio. Negli ultimi anni poi, i suoi romanzi non hanno mai sgarrato un’estate. Quest’anno è la volta di “Una mutevole verità” romanzo breve pubblicato dalla casa editrice Einaudi nella collana Stile Libero Big. Il libro presenta, diciamolo subito, alcune novità. Innanzitutto il personaggio principale dell’opera è un singolare maresciallo dei carabinieri, Pietro Fenoglio, piemontese trapiantatosi a Bari, sposato con una professoressa di lettere, che ama i libri e la musica classica e affronta la vita con un fare malinconico e il suo mestiere con il cipiglio da filosofo illuminista. L’altra novità consiste nel fatto che lo scrittore pugliese sembra voler inaugurare con questo romanzo giallo, forse poliziesco, una nuova serie che possa emulare i successi dei libri pubblicati dalla casa editrice Sellerio in cui il protagonista è l’ avvocato Guirreri che tuttavia, anche se in maniera marginale, compare in quest’ultima fatica dell’autore barese, come un giovane avvocato alle prime armi, amico del maresciallo Fenoglio. Il testo si presenta con le misure giuste, sembra quasi che l’autore abbia voluto fare un esercizio di stile. Non viene ceduto nulla, ne alla caratterizzazione dei personaggi, ne all’ambientazione della storia neppure all’intreccio. La prima sensazione quando il lettore termina la lettura del romanzo, che facilmente può avvenire tutta d’un fiato, è che lo scrittore abbia voluto compiere una sfida con se stesso: riuscire a scrivere un’indagine alla maniera di Simenon. Su questo aspetto non ci sono dubbi, di questa sfida tutta letteraria l’autore ci da almeno due indizi: il maresciallo Pietro Fenoglio somiglia parecchio al commissario Maigret; a un certo punto della storia il protagonista entra in una libreria e compra e vai a sapere perché proprio un libro di Simenon da regalare alla moglie. Tuttavia manca nel testo un aspetto che sempre mi ha attirato nelle avventure dell’avvocato Guirreri, il fascino tutto meridionale della città di Bari che il protagonista di quest’ultimo romanzo attraversa senza soffermarsi a guardare come fa invece il suo giovane amico Guirreri. A parte la storia appena accennata alle avventurose origini del culto di San Nicola, protettore della città, Carofiglio resta concentrato sul compito, emulare lo stile del giallista francese, e ciò richiede misura, attenzione ai dettagli, riflessione sulla storia. La storia è ambientata alla fine degli anni ottanta del secolo scorso quando ancora non esistevano in maniera così diffusa ne celluari, ne computer ne altro tipo di diavoleria di cui oggi non riusciamo più a fare a meno. Sembra proprio che sia passato un tempo infinito eppure era qualche anno fa!

Vincenzo Piccione

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE