PartannaLive.it


Castiglione ai campobellesi: “La nostra città tornerà a risplendere”

Castiglione ai campobellesi: “La nostra città tornerà a risplendere”
05 novembre
15:49 2014

C’erano centinaia di persone, ieri sera, in piazza Garibaldi al primo comizio elettorale tenuto dal candidato sindaco Giuseppe Castiglione (nella foto mentre parla al pubblico durante il comizio di ieri sera) assieme agli assessori designati Antonio Parrinello, Giuseppe Barone, Antonella Moceri e Pietro Pisciotta, al coordinatore locale del PD Vincenzo Accardo e a Giuseppina Faugiana candidata nella lista civica Democrazia e Libertà. Una folta platea che ha seguito con interesse gli interventi che hanno avuto come tema conduttore l’importanza della progettualità per far rinascere Campobello. «La nostra cittàha detto Giuseppe Castiglionedeve tornare a risplendere. Deve risollevarsi dall’abisso in cui è ingiustamente precipitata e riacquisire quella normalità di cui è stata tristemente privata in questi ultimi 3 cupi anni. Ma per farlo non bastano le parole. Sono indispensabili, invece, i progetti e le competenze per realizzarli. Noi possiamo contare sul programma giusto e sulla squadra adatta a realizzarlo». Nel corso del comizio, Castiglione ha ribadito ancora una volta l’importanza della scelta degli assessori designati, due dei quali in particolare non sono campobellesi. «Una scelta coraggiosaha spiegato in propositosganciata da vecchie logiche partitiche e da motivazioni strettamente elettorali, ma che tiene conto in maniera esclusiva delle qualità professionali di queste persone. Ho voluto al mio fianco ha detto ancorapersone altamente qualificate. Funzionari pubblici e professionisti che rivestono ruoli chiave all’interno di istituzioni pubbliche a capo di settori d’importanza nevralgica per la nostra città, quali quello della scuola, dell’agricoltura, del demanio marittimo e dell’economia. Ambiti che presentano problematiche su cui è indispensabile intervenire urgentemente». In proposito, Castiglione ha illustrato alla città la serie di criticità che ancora attanagliano Campobello. Dal sistema agricolo che per varie ragioni stenta a decollare, alla ben nota questione dell’approvazione della variante al Piano regolatore generale con il relativo problema che interessa in particolare la fascia dei 150 metri, alla non meno grave e irrisolta controversia tra il Comune e il Demanio marittimo. «Ho cercatoha detto infinele persone in grado di risolvere in tempi brevi questi annosi problemi senza bisogno di nominare all’indomani delle elezioni consulenti o esperti esterni. Abbiamo cominciato già in campagna elettorale a mettere in campo la nostra politica di spending review».

(Nella foto sotto un altro momento del comizio)

foto 2_comizio 4 nov castiglione

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE