PartannaLive.it


Diario delle mie letture, “Passeggeri notturni”

Diario delle mie letture, “Passeggeri notturni”
13 aprile
15:24 2016

passeggeri notturni 2Ci sono libri che sono così leggeri che manco sembrano dei veri e propri libri eppure quando hai finito di leggerli ti viene da pensare che forse ti eri sbagliato ad esprimere dei giudizi affrettati. Infatti un libro come ogni opera d’arte va guardato nel suo insieme oppure in un singolo aspetto o particolare che lo rendono unico, che stimolano la fantasia del lettore, o stuzzicano la sua memoria. Di recente mi è successa un’esperienza simile leggendo “Passeggeri notturni” di Gianrico Carofiglio (nella foto a destra la copertina del libro), opera pubblicata dalla casa editrice Einaudi nella collana Stile libero. Gianrico Carofiglio è uno scrittore giallista che di solito pubblica per la casa editrice Sellerio le avventure dell’avvocato Guirreri nei meandri di una Bari affascinante. “Passeggeri notturni” non è un giallo, nemmeno un romanzo, forse una sorta di raccolta di appunti di scrittura che l’ex magistrato ha voluto condividere con il pubblico dei suoi lettori. Il libro si legge in poco tempo, in maniera facile e piacevole, infatti, in poco più di cento pagine l’autore pugliese ci regala squarci di storie o possibili storie potenzialmente interessanti per uno scrittore. La più bella è il racconto di un viaggio notturno in un vagone cuccette da Bari verso Bologna assieme ad una donna che misteriosamente piange e parla da sola tutta la notte. Questo sembra il racconto centrale del libro che molto probabilmente dà il titolo all’opera. A volte per soddisfare il lettore non c’è bisogno di scrivere centinaia di pagine, utilizzare un intreccio complicato e usare decine di personaggi, basta solo un incipit di storia per creare un feeling con il lettore proprio come l’accenno di una carezza ad una persona che si vuole bene. Fossi in voi correrei subito in libreria per comprarlo!

Vincenzo Piccione

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE