PartannaLive.it


Santa Ninfa: tappa del sottosegretario Davide Faraone per il “sì” al referendum di ottobre

Santa Ninfa: tappa del sottosegretario Davide Faraone per il “sì” al referendum di ottobre
21 giugno
11:57 2016

Il sottosegretario all’Istruzione, Davide Faraone (nella foto sopra), ha fatto tappa a Santa Ninfa per la campagna referendaria a favore del «sì» alla riforma costituzionale voluta fortemente dal governo Renzi. Si voterà ad ottobre. Ad organizzare l’appuntamento, al Castello di Rampinzeri, il circolo locale del Partito democratico, che per l’occasione ha mobilitato i suoi quadri dirigenti. Ad introdurre i lavori è stata la segretaria del circolo, Francesca Palmeri, che ha ricordato i punti salienti della riforma che supera il bicameralismo perfetto e diminuisce – finalmente – il numero dei parlamentari, dando così risposte concrete al sentire comune. Si sono poi susseguiti gli interventi del segretario provinciale del Pd, Marco Campagna, del sindaco di Santa Ninfa, Giuseppe Lombardino, del parlamentare regionale Paolo Ruggirello e dell’assessore regionale alla Sanità Baldo Gucciardi. Tutti hanno sottolineato l’importanza della riforma e la necessità di un collegamento sempre più stretto tra la politica locale e quella centrale. A chiudere i lavori, appunto, Davide Faraone: «Quella di ottobre è una scelta storicaha detto, senza giri di parole, il sottosegretario nella quale il governo ha deciso di giocarsi tutto, perché non è possibile continuare a tenere bloccato il sistema politico». Faraone ha poi rivendicato i risultati dell’azione riformatrice di due anni di governo Renzi, la riforma elettorale e la vocazione maggioritaria del Pd, «per superare i veti dei piccoli partiti, che spesso paralizzano del tutto l’azione di governo» e mandare così in soffitta «il bipolarismo imperfetto».

(Nella foto sotto un momento dell’incontro)

Faraone 1

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE