PartannaLive.it


Gibellina, a bilancio il canone annuale del Parco eolico

Gibellina, a bilancio il canone annuale del Parco eolico
22 novembre
13:58 2017

GIBELLINA. È tempo di “misure di compensazione”. Il comune di Gibellina, così come stabilito nella convenzione con la E.ON Climate & Renewables, che gestisce il parco eolico a ridosso nella vecchia Gibellina, ha ricevuto anche quest’anno una corresponsione economica da parte della società per la vendita dell’energia prodotta dalle turbine ubicate nel territorio comunale. La somma immessa in bilancio quest’anno è pari a 19 mila euro, un importo che deriva dalla percentuale pari al’1,50% dell’importo, al netto di IVA, derivante dalla vendita dell’energia degli aerogeneratori per un importo minimo di 2 milioni di euro per ogni per ogni Megawatt installato. Il parco eolico, autorizzato nel 2005 tra i territori di Gibellina, Santa Ninfa e Salaparuta, in contrada Finestrelle, consta di 38 pale eoliche che stando alla relazione del progetto producono circa 75 gigawatt ora all’anno, pari al consumo medio di circa 18 mila famiglie.

Questo come tanti altri parchi che insistono sul territorio siciliano è tutt’oggi al centro di polemiche data la posizione sulla cresta della montagna sul cui versante sussiste il famoso Cretto di Burri. Nonostante le opinioni discordanti sull’impatto visivo delle pale eoliche sullo sfondo del Grande Cretto, la convenzione ha durata di 30 anni.

Nata a Salemi, giornalista, ha studiato scienze politiche e delle relazioni internazionali. Crede nel giornalismo d’inchiesta e a quello di strada tra la persone e per le persone. Collabora con “Belice c’è” e ha fondato una rivista sull’eterno femminino. È stata corrispondente del Giornale di Sicilia e ha collaborato con Telejato e Report. Ama la politica, la natura e andare oltre le apparenze.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE