PartannaLive.it


Tredicenne costretta a prostituirsi in un ovile: indagata anche la madre

Tredicenne costretta a prostituirsi in un ovile: indagata anche la madre
29 dicembre
10:50 2017

È dei giorni scorsi la notizia dell’arresto di P.C. di 61 anni, di Gibellina, con l’accusa di sfruttamento della prostituzione. L’uomo, con alle spalle diversi precedenti penali, avrebbe costretto una ragazzina di 13 anni a prostituirsi all’interno di un ovile. Sorpreso dai militari, nel territorio di Sciacca, l’anziano ha prima dichiarato di essere un parente della minorenne. La sua versione non ha però convinto i carabinieri, convinti che l’uomo abbia fatto prostituire la ragazzina con altre persone di nazionalità romena.

Indagata risulta ora la madre della 13enne per la stessa accusa che ha portato all’arresto dell’allevatore, anche se nei suoi confronti attualmente non è stata emessa alcuna misura.

L’indagine nei confronti della madre è scattata dopo il ritrovamento della bambina in piena notte sull’auto dell’uomo, fermato durante un posto di blocco.

La ragazzina, dopo essere stata ascoltata dagli inquirenti e in presenza di una psicologa è stata trasferita in una struttura di accoglienza dove è seguita dagli specialisti.

Interrogati anche due uomini di nazionalità Romena con cui, pare, la bambina era stata costretta a prostituirsi la stessa notte.

La madre, di Menfi, anch’essa interrogata, ha risposto che l’uomo era un amico di famiglia e che non vi erano motivi per dubitare dello stesso.

Le indagini portate avanti dalla Procura di Sciacca proseguono su tutto il territorio Trapanese e Agrigentino

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE