PartannaLive.it


Gibellina. Emergenza rifiuti. Il sindaco Sutera risponde alle accuse dell’opposizione

Gibellina. Emergenza rifiuti. Il sindaco Sutera risponde alle accuse dell’opposizione
06 febbraio
17:21 2018

Nuovi attacchi da parte dell’opposizione continuano ad arrivare nei confronti del primo cittadino gibellinese. Questa volta a far “scoppiare” le polemiche è stato un documento protocollato dai consiglieri del gruppo “la Città che vorrei”, Maruschka Zummo e Nicola Di Girolamo, all’interno del quale si pone all’attenzione di Sutera il problema dei rifiuti, in particolare modo lo stato dell’isola ecologica e i cumuli di rifiuti abbondonati in via Wainblingen, proprio di fronte la piscina.  «Questa discarica abusiva a cielo aperto», così come la definiscono, che il sindaco Sutera ha acconsentito a realizzare, versa ormai in pessime condizioni. Ai due incendi verificatesi negli scorsi mesi, si aggiungono i cumuli di rifiuti abbandonati all’interno. Non esiste infatti nessun tipo di controllo e tanto meno una recinzione che eviti il perpetrarsi del fenomeno. Nonostante, continua il gruppo di opposizione «in consiglio comunale si sia votato all’unanimità contro la realizzazione di quello che sembra a tutti gli effetti un gassificatore/inceneritore nel territorio di Calatafimi Segesta, e nonostante si pretenda dai cittadini una corretta raccolta differenziata, con relativi “richiami” e multe per i trasgressori,  si permettono poi queste situazioni, che come ben si sa, arrecano danni all’ambiente, alla salute, ma anche alle tasche dei cittadini, con aumenti sulle bollette». Pronta è arrivata la risposta di Sutera, il quale ha voluto specificare che: «L’amministrazione era a conoscenza da tempo della situazione in cui versava l’isola ecologica e, dopo aver provveduto ad effettuare i controlli e le analisi di rito previsti in questi casi, ha affidato i lavori di pulizia, lo scorso dicembre, alla ditta SNL Costruzioni di Mazara del Vallo; avendo constatato però che quest’ultima non aveva assolto il servizio richiesto, in data 19 gennaio il Comune aveva già provveduto ad individuare una nuova ditta, ovvero la ditta Pecorella Gaspare di Salemi. «Mi sembra strano quindi, afferma Sutera, che questo documento da parte di una fetta della minoranza, sia stato divulgato proprio ora che l’amministrazione ha provveduto a ripristinare lo stato del sito» e continua il primo cittadino, «invece di affrontare i problemi nel luogo deputato, qual è il consiglio, scappano dalle loro responsabilità e poi fanno propaganda sui social e nei “bar”». Infine conclude il sindaco, «stiamo provvedendo all’installazione di telecamere, allo scopo di intervenire su coloro che, non avendo rispetto né per la propria città né per l’ambiente che ci circonda e in cui viviamo, hanno contribuito ad alimentare il degrado in cui versava l’isola ecologica, mettendo a repentaglio la salute di tutti noi».

Valentina Mirto

Amante della scrittura, abile disegnatrice, scrive per “Il Giornale di Sicilia”. Si definisce una ragazza con la testa tra le nuvole ma con i piedi ben piantati per terra.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE