PartannaLive.it

 ULTIME NOTIZIE

Facoltà di archeologia di Agrigento a rischio chiusura. Palermo taglia i corsi

Facoltà di archeologia di Agrigento a rischio chiusura. Palermo taglia i corsi
12 aprile
15:40 2018

La facoltà di Architettura rischia di chiudere definitivamente i battenti. Il Cua (Consorzio universitario di Agrigento) ha un contenzioso con l’ateneo palermitano da 12 milioni di euro per mancati versamenti dal 2008 ad oggi. Un debito che sembrerebbe destinato a crescere considerato che anche le città di Ribera e Sciacca le quali  inizialmente avevano supportato il Cua credendo in un indotto turistico, hanno adesso mollato, abbandonando il Consorzio al suo sventurato destino. Sulla questione si era intervenuti lo scorso anno a giugno con un decreto a firma Marziano-Baccei con il quale veniva ridimensionato il finanziamento da parte della Regione Siciliana, ma lo si rendeva stabile nel futuro triennio consentendo alle università di programmare la propria attività con certezza. In cambio le Università avrebbero avuto maggiore potere decisionale nei Cda dei consorzi. Un decreto che è stato annullato quest’anno dal nuovo governo regionale e nello specifico gli assessori Lagalla e Armao (che era presidente del Consorzio di Trapani), i quali hanno contestato una serie di difformità dell’atto tra cui un conflitto di interessi che poneva il governo dei consorzi in mano all’ente erogatore del servizio.

Di parere opposto il rettore dell’Università di Palermo Fabrizio Micari che favorevole al decreto, ritiene che adesso non vi siano le condizioni per di rilanciare la presenza dell’ Università di Palermo ad Agrigento.

Intanto il processo di arretramento continua e così annullati ogni anno sempre più corsi di laurea, gli studenti iscritti al polo di Agrigento sono sempre meno e  paradossalmente a portare avanti gli scavi nella Valle dei Templi non sono gli studenti siciliani ma bensì i laureati delle università emiliane in trasferta.

Definita la chiusura del corso di laurea magistrale di archeologia della città con il sito archeologico più grande al mondo, scelta che segue la chiusura di Giurisprudenza e Architettura, viene abolito anche il corso di laura in Beni culturali in netta opposizione alla scelta di candidare Agrigento a capitale della cultura del 2020.

Per salvare il salvabile intanto il 13 aprile alle 10,30, ad Agrigento, si terrà un Consiglio comunale straordinario per discutere della situazione del Consorzio universitario agrigentino, alla luce degli ultimi “tagli” di corsi di laurea operati dall’Ateneo di Palermo.

foto gds

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE