PartannaLive.it


Montagna di Sale: tante, troppe inesattezze e il nuovo proprietario risponde

Montagna di Sale: tante, troppe inesattezze e il nuovo proprietario risponde
24 Maggio
12:03 2018

Tutto è bene ciò che finisce bene! Con questo detto popolare si potrebbe concludere l’intricata vicenda che ha visto protagonista nelle ultime settimane la famosa opera d’arte di Mimmo Palladino, «La montagna di sale». Sono passati ormai diversi giorni da quando si era diffusa la voce che il nuovo proprietario, che lo scorso anno aveva acquistato l’apprezzamento di terreno all’interno del quale, dal 1990, sorge ormai uno dei monumenti più rappresentativi, non solo del Baglio Di Stefano e della Fondazione Orestiadi, ma di tutta Gibellina, avrebbe voluto “sostituire” l’opera d’arte moderna con un impianto eolico.

«Nulla di più falso» è la risposta del cittadino gibellinese. Carte alla mano, all’impossibilità da parte della Fondazione di trasferire il monumento in un altro sito, ci sarebbe stata la decisione da parte del nuovo proprietario di concederle a titolo gratuito il terreno su cui “insiste” la predetta opera d’arte moderna, con l’obbligo però da parte di quest’ultima di occuparsi di tutto (dalla manutenzione alla pulizia). Come afferma l’avvocato Cannia, difensore del nuovo proprietario, l’intenzione di quest’ultimo è quella invece di creare nel terreno circostante un parco avventura.

Pericolo scampato quindi, ma soprattutto nessuna controversia. La montagna di sale, meta ormai da tempo di numerosi turisti, rimarrà al suo posto, per la gioia del Comune di Gibellina e della Fondazione Orestiadi.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Il cittadino Segnala

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE