PartannaLive.it


Gibellina, 1968-2018 50 anni dal terremoto i nonni raccontano”

Gibellina, 1968-2018 50 anni dal terremoto i nonni raccontano”
01 agosto
09:07 2018

GIBELLINA. In occasione del 50° anniversario del terremoto del Belìce l’Istituto Comprensivo Giuseppe Garibaldi- G.Paolo II di Salemi/Gibellina, diretto dal professore Salvino Amico, insieme al Comune di Gibellina presenteranno il 3 agosto alle ore 21:30 presso il Sistema delle Piazze, l’evento: “Gibellina 1968-2018 50 anni dal terremoto i nonni raccontano”. Si tratta della messa in scena del percorso didattico/educativo, che alcuni studenti hanno sperimentato, attraverso la raccolta di documenti, interviste, info grafiche, realizzazione e produzione di materiali digitali e grafico/pittorici. Gli allievi intervisteranno i loro nonni testimoni dell’evento sismico e delle conseguenze ad esso legate e racconteranno le storie dei personaggi, vittime del terremoto, così come erano denominati e conosciuti in paese. Le ricerche e la documentazione scaturite, attraverso le attività didattiche svolte durante l’anno scolastico, hanno permesso agli studenti la rielaborazione, la modifica e la composizione creativa dell’immagine con l’uso di tecniche e materiali diversi anche digitali.

I lavori realizzati saranno presentati e argomentati durante l’incontro, dagli studenti che con il loro lavoro hanno trasferito, attraverso la tradizione orale dei loro nonni le storie, le loro emozioni, i loro ricordi in immagini, poesie e racconti così da dare valore alla memoria storica che diventa tesoro ineludibile del nostro territorio. Alla serata parteciperà Carmen D’amore che eseguirà alcuni brani in sintonia con il tema trattato. L’evento nasce dal Progetto messo in opera dagli studenti dell’Istituto Comprensivo “Garibaldi-Paolo II”, coordinato dalla professoressa Mimma Gaglio, in collaborazione con il neo assessore alla cultura del Comune di Gibellina Tonino Bonifacio, e in linea con la proposta presentata qualche mese fa al Coordinamento dei Sindaci della Valle del Belìce, dal titolo “Insieme per Costruire Bellezze”, entrando ufficialmente nel circuito ufficiale delle celebrazioni sul 50° anniversario del sisma. Durante la cerimonia il genitore di un’alunna reciterà una poesia scritta da lui in siciliano «Ddu forti trimuri» (Quella forte scossa), che racconta gli attimi di paura vissuti la notte tra il 14 e 15 gennaio, in cui il terribile sisma rase al suolo gran parte dei paesi della Valle del Belice, poesia che ha riscosso inoltre un notevole successo su Facebook. Questa manifestazione si pone sulla scia dei tanti altri eventi tenutesi nell’arco del 2018. Ma molte altre sono in progetto anche nei prossimi mesi, la stessa professoressa Gaglio ha confermato questa intenzione, sempre in sintonia con l’assessore Bonifacio, con cui sta collaborando in maniera costruttiva, per far sì che questo evento che ha segnato la vita di molti non venga mai dimenticato.

Amante della scrittura, abile disegnatrice, scrive per “Il Giornale di Sicilia”. Si definisce una ragazza con la testa tra le nuvole ma con i piedi ben piantati per terra.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE