PartannaLive.it


Gibellina dedica la Sala Agorà a Sciascia: Applausi e commozione alla cerimonia

Gibellina dedica la Sala Agorà a Sciascia: Applausi e commozione alla cerimonia
15 Gennaio
20:30 2019

GIBELLINA. Si è appena conclusa la commovente Cerimonia di intitolazione della Sala Agora allo scrittore ed intellettuale Leonardo Sciascia.

Fu proprio in questa sala che nel 1988, a vent’anni di distanza dal terremoto che colpì la Valle del Belice, Leonardo Sciascia pronunciò un accorato e commosso discorso di rimemorazione, affinché l’arte e la cultura potessero essere un modo per poter far rinascere non solo Gibellina, ma tutta la Valle.

Diverse sono state le cariche presenti e che sono intervenute durante la cerimonia, dal primo cittadino Salvatore Sutera che ha aperto la manifestazione, all’assessore alla cultura Tanino Bonifacio, al coordinatore dei sindaci della Valle del Belice Nicola Catania, per passare all’importante presenza del Governo Nazionale con il sottosegretario ai Beni culturali Gianluca Vacca, per finire con la figlia di Ludovico Corrao, Francesca.

Significativi sono stati i passaggi del sindaco Sutera che aprendo la cerimonia ha ricordato il grande sforzo che ha portato dopo 15 anni al completamento della Sala Agorà, che per molti anni ha rappresentato come la piazza delle città elleniche il luogo più importante della vita non solo civile e sociale ma anche religiosa. Questo luogo – continua- racconta di una storia di rinascita civile e culturale, ma allo stesso tempo testimonia anche dei ritardi, dell’abbandono, la lontananza delle istituzioni nazionali e regionali verso queste popolazioni. Comprovato dal fatto che ancora oggi, a distanza di 50 anni, molti cittadini sono costretti a rivendicare diritti che sono stati spesso oggetto di promesse mai mantenute.

Abbandono evidenziato anche dal coordinatore dei sindaci della Valle del Belice, nonché primo cittadino di Partanna Nicola Catania, il quale ha ricordato come, nonostante sia passato un anno dalla celebrazione in onore del 50 anniversario del sisma che ha visto la presenza del Presidente delle Repubblica Mattarella; nessun passo avanti sia stato fatto.

Momenti commoventi si sono vissuti durante la proiezione delle immagini riguardanti la visita ed il discorso di Sciascia all’interno delle sala Agorà, e quando è stata invitata sul palco Francesca Corrao, presente anche lei a quella memorabile giornata del 1988.

In conclusione è stata consegnata la targa al sindaco di Racalmuto, città natale dello scrittore a sugellare ancora di più lo stretto legame tra Sciascia e la città di Gibellina.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Il cittadino Segnala

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE