PartannaLive.it


Sicilia, bando per asili nido e strutture della prima infanzia. Fondo perduto del 90 per cento

Sicilia, bando per asili nido e strutture della prima infanzia. Fondo perduto del 90 per cento
08 febbraio
09:44 2018

Un nuovo interessante bando destinato al sostegno alle imprese sociali  che vogliano realizzare progetti di investimento relativi all’adeguamento, rifunzionalizzazione e ristrutturazione di edifici per l’erogazione di servizi socio-educativi come nidi di infanzia e servizi integrativi per la prima infanzia ( 0 – 3 anni)

L’azione in questione è la 9.3.2 “Aiuti per sostenere gli investimenti nelle strutture di servizi socio-educativi per la prima infanzia” del PO -FESR Sicilia 2014-2020 promossa dall’ Assessorato regionale della Famiglia, delle Politiche Sociali e deI Lavoro .

Destinataria degli interventi è la popolazione della regione di età compresa tra 0 e 3 anni .
Possono presentare domanda le Organizzazioni del Terzo Settore No Profit (associazioni, ONLUS, COOP) a condizione che nel proprio atto costitutivo sia previsto:

  1.  che l’ente non persegua fini di lucro;
  2.  lo svolgimento di attività in favore di minori.

L’Ente che presenta l’istanza dovrà coincidere con l’Ente gestore del servizio in quanto dovrà
iscriversi, assieme alla struttura oggetto dell’intervento di riqualificazione, all’Albo regionale
di cui alla L.R. 22/86

Sono ammissibili al contributo i progetti di adeguamento, rifunzionalizzazione e ristrutturazione di edifici per l’erogazione di servizi socio-educativi per la prima infanzia (nidi di infanzia e servizi integrativi) .

Il costo totale ammissibile del progetto presentato a valere sul presente Avviso non deve essere inferiore a 100.000,00 €. I lavori per la realizzazione del progetto non può avere iniziare prima della presentazione della domanda di contributo. Le spese sono ammissibili dal giorno successivo alla data di presentazione della domanda di aiuto. Le opere dovranno essere completate entro 24 mesi dalla data di sottoscrizione delle Convenzione

Saranno considerate ammissibili tutte le spese effettivamente sostenute dai Soggetti Beneficiari direttamente imputabili all’Operazione,quali:

  • Costi di progettazione;
  • Opere murarie;
  • Impianti;
  • Macchinari;
  • Attrezzature (compresi gli arredi).

Le spese per Macchinari e Attrezzature (compresi gli arredi) non possono essere superiori al
50% delle spese sostenute per le Opere murarie.

Non saranno ammissibili a finanziamento:

  • le spese per acquisto di immobili e terreni;
  • le spese notarili, quelle relative a scorte di materie prime e ausiliare, macchinari, impianti e attrezzature usati o non venduti direttamente dal produttore o dal suo rappresentante o rivenditore, le spese di funzionamento in generale e tutte le spese non capitalizzate;
  •  imposte e tasse,
  • spese per l’acquisto di mezzi mobili;
  • ecc

Gli aiuti saranno corrisposti nella forma di contributo in conto capitale,concesso sulla base di una procedura valutativa a graduatoria, ed in misura del 90% delle spese ammissibili ed entro il limite di 200.000,00 €.

Le domande devono essere inviate entro le ore 13:00 del 90° giorno dalla pubblicazione dell’Avviso sulla GURS che a breve avverrà . (fonte www.incentivisicilia.it)

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE