PartannaLive.it


Volley, serie B2: da 0-2 a 3-2, Trapani non muore mai; ko anche Ragusa

Volley, serie B2: da 0-2 a 3-2, Trapani non muore mai; ko anche Ragusa
07 gennaio
14:58 2013

Un pomeriggio da ricordare, una partita da ricordare, una squadra da ricordare, a prescindere da come finirà il campionato: grandissima impresa dell’Eklissè Pallavolo Trapani nell’undicesima giornata del campionato nazionale di B2, girone H: la squadra di Fabio Aiuto rimonta contro la Csain Ragusa un match che più volte, nel corso del suo svolgimento, ha fatto pensare al crollo della capolista e alla prima, amara, sconfitta stagionale. I gialloneri del Ragusa, infatti, si sono portati meritatamente in vantaggio per 2 set a 0 contro i locali, e anche nei parziali successivi hanno raggiunto abbondanti vantaggi, che per altri avversari sarebbero stati incolmabili, ma non per Trapani, non per questa pazza squadra che, mentre altre volte ha concesso con i propri blackout agli avversari di ritornare in partita, questa volta ha tirato fuori artigli, grinta ed orgoglio per una rimonta che, per come si erano messe le cose, ha davvero dell’incredibile. Ma veniamo alla cronaca dell’incontro: nel primo set si vede già il copione di quello che sarà per almeno un’ora di gioco, Ragusa determinato, incisivo, che gioca un’ottima pallavolo, con soprattutto il centrale Floresta (23 punti finali) in grande spolvero, e con una difesa quasi fastidiosa che tiene in aria tutto ciò che si può salvare; Trapani invece è contratta, sembra avvertire sulle gambe, ma soprattutto nella testa, il peso della responsabilità di chi stavolta ha tutto da perdere, e va sotto di un break di 3-4 punti che si manterrà per tutto l’arco del set: fino alla fase finale però, quando con un primo tempo spostato quasi sull’asticella in posto 2 letteralmente inventato da Tamburello, Blanco piazza una bomba che consente il sorpasso e la palla set, 24-23. Non è però ancora il tempo dei biancorossi, che sprecano malamente la loro possibilità, mandando all’aria anche un contrattacco, e Ragusa segna l’affondo finale, 24-26 e 0-1 nel computo dei set. Nella seconda frazione si parte con maggiore equilibrio, ma c’è ben poco da dire: i ragazzi di Benassi salgono nuovamente in cattedra, grazie ai muri di un irriverente Pappalardo (fischiato dal pubblico per la sua arroganza in campo), e conducono senza problemi il gioco fino a portarsi sul 19-25, e sul punteggio di 0-2. Terzo set: Aiuto in panchina sceglie la via del dialogo, cercando di far recuperare ai propri ragazzi quella calma e quel morale che stanno volando via sotto i colpi degli avversari, e ciò sembra funzionare, e infatti si va al secondo timeout tecnico sul punteggio di 16-12; sembra fatta, i biancorossi sono tornati in partita…, assolutamente no, al rientro in campo si va dal 16-12 al 17-20, per la delusione di un pubblico incredulo che comunque continua a sostenere i propri ragazzi: e fa benissimo, perchè Burriesci (formidabile in attacco) e compagni vincono il set per 25-23, riagganciandosi miracolosamente ad una partita che sembrava ormai scivolata via. Nel quarto set ci si gioca il tutto per tutto, ma si assiste al peggio: Trapani inerme, Ragusa glorioso, e in brevissimo tempo è 19-12 per gli ospiti, con Aiuto che le prova tutte, tanto da sostituire persino Blanco in battuta con Castiglione. E quella che sembra la mossa del “non so più che fare” si rivela invece la carta vincente: il piccolo (ma davvero solo di età) Castiglione mette a segno 2 aces consecutivi in fotocopia, e comincia a sfornare battute micidiali che mandano letteralmente in tilt i gialloneri, Tamburello si affida alla forza devastante di Marino e ad un risvegliato Mazza (top scorer con 30 punti personali), e si vola sul 22-20, col pubblico in delirio. Punti finali da cardiopalma, ed è 25-23, si va sul 2-2. La storia del tie break è sempre la stessa, dice ancora una volta che Trapani è imbattibile, finisce 15-11, con tuffo finale verso un pubblico da serie A, e (come detto da qualche tifoso estremamente felice) con “Pappalardo che non sfotte più”. A fine gara nessuno dei giocatori del Trapani ha parlato, per una volta è giusto lasciarli festeggiare insieme al loro popolo una vittoria che dice molto sul cuore che questi ragazzi e il loro allenatore hanno messo su un palcoscenico da ricordare per sempre: ma un plauso va fatto anche agli avversari, grandissima squadra che merita di lottare fino all’ultimo per la promozione. Undici vittorie su undici sfide, dunque, che permetteranno di mantenere il primato in classifica anche dopo il turno di sosta, che spetterà agli Eklissini la prox settimana. In bocca al lupo, Eklissè, al prossimo capitolo!!!

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE