PartannaLive.it


Vento e nervosismo bloccano il Gibellina Calcio contro il Custonaci

Vento e nervosismo bloccano il Gibellina Calcio contro il Custonaci
19 marzo
10:40 2013

Il big match di Domenica 17 Marzo finisce sul 2-2

Gibellina_Custonaci2Un primo tempo da incorniciare, una ripresa da buttare. Questa è la sintesi della prestazione del Gibellina nello scontro diretto di alta classifica contro il Custonaci. I giallo-verdi scendono in campo con un 4-3-1-2 :il ritorno di Mirlocca in porta, in difesa da destra a sinistra ci sono Daidone, Costantino, D’Aloisio e Montalto, il centrocampo a tre è composto da Blunda regista, Sala a sinistra e Spina a destra, Costa dietro le due punte D’Aloisio e Simone, coppia da più di 40 gol in campionato. Custonaci a trazione anteriore con Gandolfo in porta, Leo Maranzano, Coppola, Cammarata e Scalia dietro, Vultaggio, Mibarki, Castiglione e Francesco Maranzano in mezzo, Morici e Campo in attacco. I presupposti per una bella partita ci sono tutti: pubblico delle grandi occasioni e squadre motivate.
Gibellina_Custonaci3Il primo quarto d’ora è di studio ma il vento aiuta i giallo-verdi nelle azioni offensive. Al 20’ minuto Spina si libera di un difensore, a limite dell’area avversaria, e viene steso a terra. Simone si incarica della battuta della punizione: prende una lunga rincorsa e fa partire un collo interno destro che si stampa sulla traversa, sbatte sulla linea ed entra in rete. Gibellina in vantaggio e pubblico che gioisce sugli spalti.
Minuto dopo minuto la gara si fa più nervosa: scontri duri a centrocampo che infiammano gli animi dei 22 in campo. Al 25’ minuto Daidone è costretto ad uscire, lasciando il posto a Claudio Lanfranca. Al 35’ minuto Simone si immola sulla fascia destra, mette al centro, Vito Scalia allontana in malo modo e il pallone arriva tra i piedi di Costa che, con un gran tiro, piega le mani al portiere: 2-0 e palla al centro. I rosso-bianchi di Custonaci, durante la prima frazione, non sono mai stati pericolosi tranne nei primi minuti, quando Mirlocca, con un gran tuffo, manda la palla sulla traversa neutralizzando un tiro al volo di Ciccio Maranzano.

Nella ripresa la storia cambia come anche il vento che, qusta volta, da una grossa mano al Custonaci. Si dimostra fatale per i gibellinesi il 55’ minuto: punizione per il Custonaci a 25 metri dalla porta. Ancora Francesco Maranzano si prende la responsabilità del tiro: ne viene fuori un fendente beffardo che inganna Mirlocca sul suo palo. I rosso-bianchi accorciano le distanze e la gara si fa sempre più interessante. Passano pochi minuti e il Custonaci trova il pari: azione rocambolesca sulla fascia sinistra, con Vultaggio che vince più di un rimpallo, effettua un cross che supera il numero 1 del gibellina e Morici a porta vuota può facilmente mettere dentro. Il risultato non cambierà più.

Gibellina_CustonaciVero protagonista della gara lo scirocco a 20 nodi che ha influito notevolmente sull’andamento della gara anche se, in campo, le due squadre hanno mostrato in pieno il loro valore e meritano entrambe di essere nelle zone alte della classifica.
I rimpianti per i giallo-verdi sono molti: non solo il fatto di essersi fatti recuperare due gol, ma di non avere approfittato della sconfitta del Ligny, i primi della classe, ma soprattutto di non aver allungato sui terzi, proprio il Custonaci. Unica consolazione rimane l’imbattibilità per i ragazzi di Mister Peppe Costa.

Francesco Zummo

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE