PartannaLive.it


Alcamo: vietato l’accesso al castello per i turisti

Alcamo: vietato l’accesso al castello per i turisti
15 aprile
14:35 2013

Castello AlcamoIl Castello dei Conti di Modica, sede dell’enoteca regionale, che contiene al suo interno il museo del vino e delle tradizioni locali, non può essere visitato dai turisti: infatti, uno dei monumenti simbolo della città di Alcamo, risalente al ‘300, rimarrà chiuso, impedendo ai numerosi visitatori provenienti da tutto il mondo di godere delle sue bellezze e del suo valore storico e architettonico. Dopo aver investito una cifra pari a 6 miliardi delle vecchie lire a partire dal 1990, e dopo aver effettuato negli anni numerosi interventi volti a conservare perfettamente l’opera, da qualche tempo in alcune zone dell’edificio e della zona circostante si sono riscontrati numerosi ostacoli, tra crepe, rigonfiamenti del terreno e dislivelli: ciò rende la “visita” pericolosa per l’incolumità personale, per cui si è deciso di evitare l’accesso. A tal proposito, l’assessore comunale Gianluca Abbinati ha detto che “il perdurare di tali condizioni della struttura nel tempo potrebbe comprometterne la staticità. Non è da escludere che alcune parti della muratura possano staccarsi dal supporto murario e cadere sull’area pubblica circostante. Pertanto si ritiene necessaria la messa in sicurezza dell’antico maniero. Occorre  effettuare un’opera di consolidamento, ripristino conservativo e restauro, per cui è necessaria un’ingente spesa. E’ chiaro che gli interventi che devono essere fatti sono importanti anche dal punto di vista economico; il Comune di Alcamo, lo scorso anno, su un obiettivo di Patto di stabilità di + 3 milioni 475 mila euro, è arrivato a + 2 milioni 625 mila euro. Questi interventi strutturali incidono negativamente sul Patto. Quindi stiamo cercando di avere dei finanziamenti o attraverso la Protezione civile o attraverso dei fondi strutturali. Ciò nonostante, il decreto legge 35 del 2013 alleggerisce il Patto 2013 per quanto riguarda le fatture esigibili 2012. Ai primi di maggio potremo stabilire se intervenire con fondi comunali”.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE