PartannaLive.it


Marsala: sterminata col veleno “famiglia” canina: indagano vigili e ASP

Marsala: sterminata col veleno “famiglia” canina: indagano vigili e ASP
29 aprile
14:33 2013

cani-randagiAlla periferia nord di Marsala, in un terreno sito in contrada Cutusio, sono state rinvenute le carcasse di 9 cani, probabilmente appartenenti alla stessa “famiglia”, in quanto si tratta di due cani adulti, maschio e femmina, meticci, e di sette cuccioli di età non superiore a due mesi: a quanto risulterebbe dai primi rilievi, i quattrozampe sarebbero stati uccisi col barbaro metodo dell’avvelenamento, anche se i corpi animali sono stati sequestrati ed è contemporaneamente stata avviata un’indagine da parte dei vigili urbani e dell’ASP. Ricevuta una chiamata da una residente del posto, all’arrivo nel luogo del misfatto, i vigili hanno scoperto una scena raccapricciante: oltre ai cani privi di vita vi era un’altra cagna in preda a forti spasmi, in gravissime condizioni, che è subito stata trasportata al canile municipale, dove gli operatori le hanno salvato la vita, disintossicandola; nonostante sia stata ormai salvata, la cagna rimarrà comunque ancora qualche giorno sotto osservazione. Durante il sopralluogo, gli agenti della polizia municipale hanno trovato accanto ai cani esanimi bocconcini di carne macinata, la cui presenza rafforza l’ipotesi di avvelenamento a scopo di eliminazione dei cani randagi, ma anche la necessità di conferma di questa teoria, per cui le carcasse verranno esaminate dall’istituto zooprofilattico di Palermo. Adesso le autorità municipali stanno procedendo ad interrogare tutti gli abitanti della zona, al fine di trovare i colpevoli e procedere alla loro denuncia: colpevoli che rischiano sanzioni salatissime, che vanno dalla reclusione da sei mesi a tre anni all’ammenda da 51,65 a 516,46 euro.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE