PartannaLive.it


Lampedusa: che tragedia!!! in 500 tra morti e dispersi!!!

Lampedusa: che tragedia!!! in 500 tra morti e dispersi!!!
03 ottobre
19:41 2013

Dramma, tragedia, catastrofe: sono soltanto i diversi modi con i quali da ore viene definito il tragico evento avvenuto nelle acque di Lampedusa: ancora un’ecatombe di poveri avventurieri africani che, cercando di raggiungere l’isola con la propria imbarcazione, hanno visto quest’ultima essere pian piano divorata dalle fiamme. Il fuoco prima e l’acqua poi hanno quindi posto le basi per l’ennesimo incidente mortale da raccontare, consumatosi ancora una volta a poche miglia di distanza dalla famosa Baia dei Conigli. Secondo quanto riportato dalle testimonianze, gli immigrati avrebbero visto avvicinarsi nei pressi del proprio natante un peschereccio, per cui avrebbero acceso un fuoco bruciando una tovaglia, nel tentativo di farsi avvistare e soccorrere. Le perdite di carburante che macchiavano in più postazioni il naviglio avrebbero dato il là all’incendio mortale. Scoraggianti davvero i dati riportanti il bilancio di quella che è una vera e propria strage del mare: fin da subito contati quasi 100 morti e circa 250 dispersi, ma il terribile conteggio è sicuramente destinato ad aumentare con il passare del tempo. Subito allertato il personale dell’isola, da stamattina vengono continuamente ripescati cadaveri di uomini, donne e bambini, mentre tra lo sgomento in paese si cerca di mantenere una certa regolarità nella vita di tutti i giorni. Svariati anche i comunicati di solidarietà e cordoglio da parte di associazioni ed istituzioni governative, sospesi diversi dibattiti e lavori anche in Parlamento, in segno di appoggio alle vittime. Nel frattempo, Papa Bergoglio, che proprio poche settimane fa aveva fatto visita all’isola di Lampedusa gettando in acqua una corona di fiori in ricordo delle oltre 6000 vittime del 2013 in incidenti simili, si è espresso come suo solito fare con un laconico “E’ una vergogna”!!!

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE