PartannaLive.it


Santa Ninfa: Commissione articolo 5, la replica del gruppo di maggioranza

Santa Ninfa: Commissione articolo 5, la replica del gruppo di maggioranza
09 aprile
18:46 2014
Lombardino

Il Sindaco di Santa Ninfa, Giuseppe Lombardino

In merito alla nota diffusa dal gruppo consiliare di minoranza «LiberaMente», il gruppo di maggioranza «Per Santa Ninfa», che sostiene il sindaco Giuseppe Lombardino, replica quanto segue:

Ancora una volta il gruppo di minoranza manipola i fatti. I consiglieri di “LiberaMente” sostengono che la Presidenza del Consiglio dei ministri e l’Assessorato regionale delle Autonomie locali abbiano dichiarato illegittima la delibera consiliare di elezione della commissione “articolo 5”. Ebbene, in realtà, il Dipartimento della Funzione pubblica della Presidenza del Consiglio non è entrato nel merito della questione, mentre invece l’Assessorato regionale delle Autonomie locali ha stabilito che “la deliberazione risulta corretta in ordine al metodo di voto adottato dal Consiglio comunale”, ossia quello del voto limitato a due preferenze. Cosa avrebbe dovuto fare, allora, il presidente del Consiglio comunale all’atto della proclamazione degli eletti? Dichiarare eletto un candidato che aveva ottenuto meno voti di un altro? È come se una squadra di calcio segnasse tre gol, subendone due e l’arbitro, alla fine della partita, dicesse: “Ha vinto chi di gol ne ha segnati due, anche se ne ha incassati tre”. Ad oggi, si badi bene, nessun ente ha dichiarato illegittima la delibera consiliare in questione. Potere che spetta solo al Tar, al quale peraltro i consiglieri di opposizione si sono rivolti. Che tra i consiglieri di minoranza ci sia poi chi, cinque anni fa, proprio in occasione dell’elezione della commissione “articolo 5”, ha barato per fregare i compagni di coalizione e accaparrarsi così i rappresentanti spettanti all’opposizione, la dice lunga sulla natura di questa minoranza. La quale, nella foga di scrivere al mondo intero (un’autentica coazione a ripetere che palesa un evidente tic nervoso) ha, nei giorni scorsi, pure procurato un allarme immotivato. È il caso dell’allarme lanciato alla Prefettura dai cinque dell’opposizione per segnalare presunti rischi per la pubblica incolumità alla scuola materna “Collodi”. Ebbene, il sopralluogo effettuato dai tecnici della Protezione civile e dai Vigili del fuoco ha escluso qualunque rischio. Un allarme ingiustificato, come d’altronde già evidenziato, nei mesi scorsi, dal sindaco, che in Consiglio aveva risposto ad una specifica interrogazione, che ha causato una spesa di soldi pubblici che potevano essere meglio utilizzati”.

 

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE