PartannaLive.it


Salemi, Fabrizio Bracconeri: uno show tra beneficenza e…”suon di tromba”

Salemi, Fabrizio Bracconeri: uno show tra beneficenza e…”suon di tromba”
02 agosto
13:30 2018

SALEMI – A riempire la platea del Centro Kim la sera del 29 luglio furono i buoni propositi dei salemitani che, per mostrare la loro sensibilità nei confronti dell’autismo e di tutte le difficoltà che questo disturbo comporta, hanno scelto “Risate & Musica” (fate l’attenzione alle maiuscole) per dare loro supporto alla raccolta fondi. Lo scopo di quest’ultima, per volere dell’artista Fabrizio Bracconeri, è stato quello di predestinare l’intero ricavato a favore dell’Associazione Spazio Libero Onlus, l’organizzazione locale molto presente nel nostro territorio grazie alle iniziative che ha promosso. Paola Gandolfo, fondatrice e presidente dell’associazione in questione, ha sempre dimostrato una sensibilità particolare verso le tematiche legate alla tutela dei diritti e dei doveri nei confronti delle persone con disabilità e grazie al suo “savoire faire” la nostra piccola comunità ha imparato che la disabilità è un valore aggiunto, un elemento che favorisce la crescita di una comunità in un contesto di reciprocità e convivialità, tipiche dei piccoli centri urbani, come lo è la città che ha accolto l’iniziativa con grande entusiasmo e mostrando la massima disponibilità.

Ottima è stata la premessa del primo cittadino, Domenico Venuti, che ha fatto leva sulla necessità di supporto alle manifestazioni partecipative con le finalità nobili, perché era tale il fine ultimo dello spettacolo in corso.

Peccato che da lì a breve l’artista si è calato troppo nel ruolo del giustiziere della notte, schernendo “occasionali” malcapitati interrogandoli sulla loro vita sessuale (parliamo dei cittadini classe 1945) e lasciandosi scappare qualche termine poco consono, senza badare alla presenza in platea dei numerosi bambini. Fuori contesto potrebbero reputarsi però anche gli interventi di carattere politico da parte di taluni cittadini; c’è addirittura chi ha voluto preannunciare la propria candidatura alle prossime amministrative. La ciliegina sulla torta? Ops! Ma quale ciliegina? evitando di citare le battute più “clamorose” passiamo direttamente al crème caramel e alla granella di mandorle tostate su una fetta di ananas. Perché così è stato affrontato l’argomento sugli immigrati, con molta leggerezza e a mo’ di caduta libera, senza un minimo di delicatezza nei confronti di qualche ipotetica presenza “sgradita”, visto che lo stesso artista ha fornito delle percentuali da statistiche sulla presenza degli stranieri in Italia. In tale contesto molto gradito l’intervento dell’Assessore Vito Scalisi che con molta pacatezza e  totalità dell’animo si è prestato ad affrontare la questione in termini di ponderata saggezza e plausibile pragmatismo. Altrettanto apprezzata l’esibizione della dolcissima Maria Chiara, una ragazza ventunenne che si è prestata a cantare la canzone “Rose rosse per te…”, l’unico momento che ha realmente restituito il senso della manifestazione, affiancato da un instancabile trio ed i due musicisti, intervenuti gratuitamente per una nobile causa.

La domanda che sorge spontanea: Cosa ha spinto Fabrizio Bracconeri a scegliere un repertorio simile?Quali prerequisiti hanno condizionato la natura della sua comicità? Ha messo in pratica le battute standard oppure ha applicato un trattamento speciale riservato al pubblico locale? A prescindere da ogni riflessione in merito, l’obiettivo principale della manifestazione è stato sicuramente raggiunto con la speranza che una banconota straniera nel cestino possa essergli di buon auspicio per i prossimi spettacoli.

PAULA GNIDZIEJKO

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE