PartannaLive.it


Castelvetrano: continua la “strage dei cani”

Castelvetrano: continua la “strage dei cani”
09 gennaio
10:19 2013

Ancora una volta, la settima dal primo gennaio ad oggi, si è assistiti ad un pietoso quanto squallido evento: un cagnolino meticcio, adottato dai commercianti della zona artigianale di Castelvetrano, è stato avvelenato ed ucciso da qualcuno che da qualche giorno a questa parte coltiva lo spregevole e disumano passatempo di far fuori i quattrozampe del posto. Il cane, innocuo e pacifico, è stato trovato gravemente offeso da un lavoratore della zona, che rendendosi conto delle disperate condizioni nelle quali versava l’animale, ha subito chiamato i vigili urbani e i volontari della Laica, responsabili del canile municipale, che si sono messi all’opera per salvare il cucciolo, praticando massaggi e altri interventi: in maniera vana, perchè il cane è morto dopo trenta minuti di atroce sofferenza, e poco dopo il veterinario dell’ASP, Guido Vanella, ha certificato la morte per avvelenamento. Subito dopo sono partite le pratiche di rito: la carcassa è stata consegnata all’Istituto Zootecnico di Palermo dallo stesso ispettore municipale Salvatore Macaluso, anche lui molto amareggiato; anche la carne avvelenata sarà trasmessa a questo istituto, che avrà il compito di verificare poi quale sostanza ha causato l’avvelenamento; è stato aperto in Procura un fascicolo per il reato di avvelenamento di cane randagio e sono in atto delle verifiche da parte degli organi di Polizia municipale per cercare attraverso le telecamere del posto se si può arrivare ad individuare chi ha voluto uccidere l’animale. Grande indignazione in città per l’accaduto, si cerca il o i responsabili: c’è chi afferma che i cani darebbero fastidio a fa sport nella zona, specialmente jogging: ma è il caso di dire che forse sono queste persone senza cuore e senza ritegno a dare fastidio ai cani…e non solo ad essi.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE