PartannaLive.it


Gibellina-problematiche piscina: sottoposto ai sindaci uno schema di convenzione

Gibellina-problematiche piscina: sottoposto ai sindaci uno schema di convenzione
17 gennaio
16:10 2013

I competenti uffici dell’Assessorato Provinciale allo Sport stanno predisponendo uno schema di convenzione da sottoporre nei prossimi giorni ai Sindaci dei Comuni interessati (in particolare Gibellina,  Partanna, S. Ninfa, Salaparuta, Salemi, Castelvetrano, Calatafimi, Poggioreale e Campobello di Mazara) al fine di individuare – anche attraverso una eventuale Conferenza di Servizio – possibili soluzioni gestionali volte a consentire la riapertura della Piscina Prov.le di Gibellina.

Lo ha disposto il Commissario Straordinario della Provincia Regionale di Trapani, Dott.ssa Luciana Giammanco, per rispondere alle richieste che vengono dai cittadini di Gibellina, così come degli altri centri della Valle del Belice, preferendo tuttavia scegliere la strada della massima attenzione, evitando soluzioni affrettate e non ponderate, e ciò proprio nell’interesse dei tanti cittadini utenti che meritano di potere usufruire di una piscina che funzioni al meglio delle sue potenzialità, con una gestione che offra tutte le possibili garanzie tecniche e professionali.

Da sottolineare il fatto che (come già emerso nell’apposito incontro con i Sindaci interessati svoltosi a Palazzo Riccio di Morana nello scorso mese di ottobre) l’Amministrazione Provinciale ha, ad oggi, sopportato annualmente una perdita netta di 171 mila euro per assicurare l’apertura dell’impianto a fronte di un’utenza che non supera le 400 unità annue. La Provincia ha pertanto attivato in tempo tutte le procedure necessarie all’affidamento in gestione ma, non essendo pervenuta alcuna offerta, ha percorso la via dell’accordo di collaborazione, delle cui spese si è fatta carico pressoché integrale e pubblicando un avviso per invitare le Associazioni a presentare programmi e piani progettuali che potessero trovare attuazione all’interno dell’impianto.

E, allo scadere del termine fissato, un progetto è stato in realtà presentato da parte dell’Associazione Athena, ma quest’ultima ha successivamente comunicato di non poter avviare il previsto programma a causa dell’indisponibilità manifestata dalle altre Associazioni che avrebbero dovuto assicurare la loro collaborazione. La mancanza della necessaria copertura finanziaria per la riapertura della Piscina in questione, ha fatto sì che il Commissario Straordinario della Provincia chiedesse la disponibilità dei Sindaci interessati a corrispondere una quota di partecipazione alle spese di gestione.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE