PartannaLive.it


Provincia: approvate misure correttive per le società partecipate

Provincia: approvate misure correttive per le società partecipate
28 febbraio
18:40 2013

Consiglio-provincialeIl Consiglio Provinciale di Trapani, tornato a riunirsi oggi pomeriggio in seduta di prosecuzione, ha approvato a larga maggioranza (16 voti favorevoli e 2 astenuti) la deliberazione, proposta all’Aula dal Commissario Straordinario dell’Ente, Dott.ssa Luciana Giammanco, contenente le misure correttive (in materia di società partecipate)   disposte dalla Sezione di Controllo per la Regione Siciliana della Corte dei Conti, con propria deliberazione 247/2012, concernente il controllo finanziario degli enti locali, da adottare entro 90 giorni (anche se il termine non era perentorio) dal ricevimento (15 ottobre 2012) della comunicazione ufficiale da parte della Corte dei Conti.

In sintesi, il Consiglio Provinciale, sulla scorta dei contenuti della predetta pronuncia della Corte dei Conti 247/2012, ha approvato la delibera del Commissario Straordinario, la n. 08 del 18 gennaio 2013, modificata ed integrata con successiva deliberazione commissariale n. 32 del 12 febbraio 2013, che proponeva di adottare le misure correttive consistenti nella presa d’atto delle aziende e società già in fase di liquidazione e che sono le seguenti: Eurobic del Mediterraneo, Terra dei Fenici s.p.a., Belice Ambiente s.p.a., Consorzio Trapani Sviluppo, Consorzio Area Sviluppo Industriale. Tra le società già in fase di liquidazione, grazie ad un emendamento tecnico presentato dal Presidente del Consiglio, Peppe Poma, ed approvato alla unanimità, è stata inserita anche l’Agriturpesca s.r.l.  già posta in liquidazione con deliberazione consiliare dello scorso 18 febbraio, ai sensi del 4° comma dell’art. 2484 del Codice Civile. Sempre alla unanimità, l’Aula ha pure approvato un secondo emendamento tecnico, anch’esso proposto dal Presidente Poma, con cui si prende atto che è stata normativamente stabilita la cessazione del Consorzio ASI (Area di Sviluppo Industriale). E’ stato invece ritirato per l’assenza del suo proponente,  il Consigliere Salvatore Daidone, un terzo emendamento che proponeva di cassare il punto 4) della deliberazione commissariale n. 32 del 12 febbraio 2013 relativo alla richiesta di dismissione dell’intera partecipazione societaria della Provincia Regionale di Trapani del Consorzio COSVAP – Distretto Produttivo della Pesca.

Anche in assenza del proponente di quest’ultimo emendamento, il Presidente Poma ha tuttavia tenuto a ricordare che la necessità di tale dismissione era stata evidenziata dalla Corte dei Conti in quanto svolge attività analoga a quelle del Consorzio obbligatorio “Consorzio di ripopolamento ittico Golfo di Castellammare” e ricade nel divieto di cui all’art. 10 della L.R. 22/2008. Tale dismissione inoltre è stata ampiamente motivata con una articolata relazione scritta che il Dirigente del 1° Settore, Avv. Diego Maggio, ha consegnato alla Presidenza del Consiglio. Pertanto detta dismissione è stata anch’essa deliberata dall’Aula con il provvedimento adottato oggi pomeriggio.

Con lo stesso provvedimento, il Consiglio Provinciale ha inoltre approvato il mantenimento della partecipazione societaria nelle seguenti società: Airgest s.p.a., Leader Ulixes società consortile a.r.l., Società per la gestione dell’aeroporto di Pantelleria, G.A.L. Elimos società consortile a.r.l., FuniErice Service s.r.l., ATO 17 “Trapani Provincia Nord” società consortile per azioni, ATO 18 “Trapani Provincia Sud” società consortile per azioni, Consorzio di gestione e ripopolamento ittico della fascia costiera tirrenico occidentale, Consorzio Universitario della Provincia di Trapani, Consorzio I.T.A. (Istituto Tecnologie Avanzate).

In un primo momento era stato previsto anche il mantenimento della partecipazione societaria in seno alla Mega Service s.p.a.- Di quest’ultima però, sempre su proposta del Commissario Straordinario, il Consiglio Provinciale l’11 febbraio scorso aveva già deliberato la messa in liquidazione ai sensi del 4° comma dell’art. 2484 del Codice Civile. L’Aula pertanto oggi ne ha confermato la messa in liquidazione prendendo atto di quanto già deliberato ed in accoglimento alla proposta formulata con la deliberazione commissariale n. 13 del 21 gennaio 2013.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE