PartannaLive.it


Provincia- scioglimento Megaservice: tutto rinviato all’11 febbraio

Provincia- scioglimento Megaservice: tutto rinviato all’11 febbraio
01 febbraio
13:02 2013

Un documento che propone di rinviare la seduta a lunedì 11 febbraio (ore 16,30) per la prosecuzione dei lavori, approvato a maggioranza dal Consiglio Provinciale di Trapani (13 i voti favorevoli, 8 quelli contrari) dopo che era già trascorsa la mezzanotte, ha posto fine (al momento) alla dura protesta dei 72 dipendenti della Mega Service S.p.A. che, oltre a scioperare ad oltranza (l’astensione dal lavoro prosegue tuttora), da diversi giorni avevano occupato prima Palazzo Riccio di Morana e poi l’Aula Consiliare “Piersanti Mattarella”, chiedendo ed impedendo che il Consiglio Provinciale votasse la deliberazione, proposta all’Aula dal Commissario Straordinario dell’Ente Provincia, di scioglimento e messa in liquidazione della società ai sensi del 4° comma dell’art. 2484 del Codice Civile. Ieri pomeriggio inoltre e fino a qualche minuto prima della votazione del suddetto documento, alcuni lavoratori (nove) della società partecipata sono saliti sui tetti dell’edificio sede degli uffici della Presidenza della Provincia Regionale, gesto quest’ultimo che ha provocato l’intervento della polizia e dei vigili del fuoco ma che non ha dato luogo ad incidenti di sorta. In precedenza, inoltre, i lavoratori in questione ed i rappresentanti sindacali avevano per la seconda impedito lo svolgimento dei lavori consiliari.

Il documento approvato la scorsa notte è il frutto di nove estenuanti ore di confronto, anche acceso, fra i vari esponenti politici e con i rappresentanti delle organizzazioni sindacali, di frenetici contatti telefonici e telematici, di una riunione urgente del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, convocata dal Prefetto alle 21,00 di ieri sera, ma soprattutto del determinato impegno e della sensibilità istituzionale ed umana dei Consiglieri Provinciali, in primis il Presidente Peppe Poma e gli altri 12 Consiglieri che lo hanno favorevolmente votato e sottoscritto, affinché non rimanesse nulla d’intentato prima di liquidare la Mega Service, gettando probabilmente sul lastrico decine di famiglie. Il riferimento è, in particolare, alla convocazione del tavolo tecnico fissato per il prossimo 7 febbraio a Palermo dal Presidente della Regione. Tale convocazione, infatti, ha suggerito al Consiglio Provinciale di rinviare la discussione della succitata proposta di deliberazione per consentire all’Aula di valutare la proposta del Commissario Straordinario alla luce delle risultanze del predetto tavolo tecnico.

L’auspicio – ha dichiarato a questo proposito il Presidente del Consiglio Prov.le, Peppe Poma – è che in quella sede ai buoni propositi facciano seguito fatti concreti, provvedimenti cioè  che possano consentire di scongiurare veri e propri drammi sociali come quello che può innescare la perdita di 72 posti di lavoro. In questo senso il ruolo e le potestà, anche legislative, del Governo Regionale sono assolutamente determinanti, mentre il Consiglio Provinciale difficilmente potrebbe fare più di quello che ha già fatto anche grazie alla disponibilità e alla preziosa collaborazione – ha concluso il Presidente Poma – di tante altre Istituzioni quali i Sindacati, la Prefettura, la Questura, i Carabinieri, i Vigili del Fuoco, tutti adoperatisi per evitare che la legittima protesta dei dipendenti della Mega Service non degenerasse oltre i limiti del civile dissenso e della pubblica incolumità.

 

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE