PartannaLive.it


Trapani: risarcimento da 150.000 euro ad un insegnante precario

Trapani: risarcimento da 150.000 euro ad un insegnante precario
23 febbraio
19:16 2013

“Lucro cessante e danno emergente per mancata stabilizzazione”. Con queste motivazioni, il Giudice del lavoro di Trapani ha riconosciuto un risarcimento pari a 150.385 euro netti, piu’ accessori e interessi, a un professore precario di educazione fisica e sostegno che dal 2005 aveva esercito attraverso contratti di supplenza su posti vacanti e disponibili, ma insegnava gia’ dal 2001.
La notizia è stata data dall’Anief (Associazione Professionale Sindacale) che tramite i suoi legali ha assistito il docente, riuscendo ad ottenere questo importante risultato.
Il MIUR, Ministero Istruzione Università e Ricerca è stato condannato al pagamento di scatti e mensilita’ estive per gli anni pregressi (2005-2011) e per gli anni futuri fino all’eta’ pensionabile, con un’addizionale del 10% in via equitativa per i possibili mancati contratti.

Per il presidente dell’Anief e delegato Confedir alla scuola e alle alte professionalita’, Marcello Pacifico, si tratta di ”una giusta condanna che risarcisce in maniera adeguata i precari danneggiati dai comportamenti illegittimi del Miur”.

Secondo la sentenza, la necessita’ dell’assunzione per pubblico concorso non puo’ giustificare deroghe alle disposizioni che limitano il potere di abuso del datore di lavoro nello stipulare contratti a termine, ne’ proteggere patrimonio di soggetti pubblici, ne’ autorizzare comportamenti contra legem della pubblica amministrazione

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE