PartannaLive.it


Gibellina: il sindaco Fontana scrive una lettera aperta ai propri cittadini

Gibellina: il sindaco Fontana scrive una lettera aperta ai propri cittadini
26 aprile
01:59 2013

LETTERA APERTA AI CITTADINI DI GIBELLINA
In risposta alla lettera aperta al Sindaco del Consigliere Comunale De Simone.

Rosario FontanaCari concittadini la sera del 18 aprile in occasione del Consiglio Comunale, IL CONSIGLIERE DE SIMONE ha presentato una lettera aperta al Sindaco dove, in relazione alla delibera di G.M. n. 31 del 28/02/2013, partendo dal presupposto che per garantire i lavoratori precari venivano aumentate le tasse quali, IMU, mensa scolastica, trasporto alunni, trasporto acqua e TIA e di contro tagliati i servizi essenziali chiedeva, le “DIMISSIONI DEL SINDACO”.
Alla luce della suddetta richiesta ritengo DOVEROSO E DIGNITOSO fare chiarezza sulle accuse avanzate dal Consigliere De Simone.
Come prima cosa voglio affermare con forza che pur non avendo creato l’Amministrazione Comunale il problema del precariato, rimane per me e per l’Amministrazione che mi sostiene un punto fondamentale ed irrinunciabile la tutela, la salvaguardia del loro posto di lavoro e la loro dignità di lavoratori.

Con la delibera n. 31 del 28 febbraio  l’Amministrazione Comunale dovendo procedere entro il 28/02/2013 alla copertura dell’onere richiesto dalla Regione con la legge n. 4 del 22 gennaio 2013,  ha, in attesa della predisposizione del bilancio 2013, dove sarebbe stato possibile trovare risorse alternative, deliberato di disporre per i dirigenti la realizzazione di un risparmio nella spesa attraverso “la limitazione degli impegni di spesa a quelli strettamente indispensabili per le finalità istituzionali” (punto 3 del dispositivo). In tal senso sin dal 1° gennaio del 2013 si è proceduto al contenimento della spesa tagliando tutte quelle ritenute superflue.
La stessa legge 4 del 22 gennaio 2013, a copertura dei suddetti maggiori costi per il personale precario, prevedeva anche l’incremento delle tariffe.
Quanto all’ipotetico aumento delle tariffe, queste dovranno eventualmente essere contenute nel bilancio 2013, la cui competenza è del CONSIGLIO COMUNALE e non del Sindaco.
IN RAGIONE DI CIÒ SE DA UN LATO IL SINDACO E L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE, ATTRAVERSO LA SUDDETTA DELIBERA, HANNO DATO DISPOSIZIONE AI RESPONSABILI DELLE AREE DI LIMITARE GLI IMPEGNI DI SPESA A QUELLI STRETTAMENTE NECESSARI OPERANDO, PERTANTO,  TAGLI ALLE SPESE SUPERFLUE, DALL’ALTRO NON HANNO PROCEDUTO AD EFFETTUARE NESSUN AUMENTO NE’ DELL’IMU, NE’ DELLA MENSA SCOLASTICA, NE’ DEL TRASPORTO ALUNNI CHE RICORDO E’ GRATUITO, NE’ TANTOMENTO DELLA TIA, NE’ DEL TRASPORTO ACQUA,  NE’ TAGLIATO ALCUN SERVIZIO.

PERTANTO RESPINGO CON SDEGNO L’ACCUSA DI AVERE MESSO LE MANI NELLE TASCHE DEI NOSTRI CONCITTADINI. ANZI SONO ORGOGLIOSO DI AFFERMARE CHE PROPRIO L’IMU E LE ALTRE TASSE, GRAZIE AL LAVORO DI RIGORE DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CONCERTO CON I CONSIGLIERI COMUNALI, NON HANNO SUBITO AUMENTI nel 2012.

In tal senso visti i paragoni con altri Comuni, invito i cittadini a verificare le aliquote IMU e le altre tasse che praticano i Comuni limitrofi.

Inoltre la mia Amministrazione ha operato sin dal suo insediamento alla razionalizzazione e riduzione dei costi della macchina burocratica, SENZA TOGLIERE NESSUN SERVIZIO AI CITTADINI , come ribadito dal De Simone. ANZI ABBIAMO INVESTITO DI PIÙ NEI SERVIZI con riguardo agli anziani ed agli indigenti, creando nuovi servizi per i disabili, investendo notevolmente nelle scuole per circa 600.00,00 € oltre ad €. 700.000,00 per l’impianto fotovoltaico, manutenzionando le strade di campagna, compreso l’approvazione del progetto che prevede l’apertura della strada della Magione e di quelle urbane, procedendo alla metanizzazione di alcuni comparti sprovvisti, continuando la cura e la salvaguardia del verde e dell’impianto di illuminazione. Inoltre abbiamo promosso la nostra città ed i prodotti di eccellenza del nostro territorio ed abbiamo raggiunto traguardi importanti nell’ambito dei progetti presentati che oggi risultano nelle prime posizioni dei quali si è in attesa dei decreti definitivi. Mi riferisco al restauro ed al completamento del CRETTO del Maestro A. Burri che ogni anno è meta di migliaia di turisti, per il quale il Comune attraverso specifici finanziamenti ad hoc della Comunità Europea spenderà circa 3,7 milioni di euro. Riapriremo finalmente  entro quest’anno dopo più di 20 anni viale Elimi, togliendo il tappo che oggi c’è nel costruendo Centro Polifunzionale; completeremo i lavori esterni della Chiesa Madre per un importo di 250.000,00 €; Ristruttureremo, sempre con fondi Europei ad hoc, il Museo d’Arte Contemporanea per circa 3,5 milioni di euro; Riqualificheremo gli alloggi popolari di viale Empedocle e viale Indipendenza Siciliana per un importo di circa 2,8 milioni di euro; ed ancora il progetto di valorizzazione del Museo, compreso quello On Plein Air, del Sistema delle Piazze all’interno del progetto CA.MA.R.TE; procederemo al rifacimento dell’illuminazione con lampade a LED investendo circa 3,8 milioni di euro ed alla ristrutturazione della Chiesa di S. Caterina da adibire a centro di informazione turistica.

In tre anni siamo riusciti a presentare progetti per 26,5 milioni di euro e ad ottenere finanziamenti per circa 18.500.000,00 € pari alle vecchie 37 miliardi di lire.
Abbiamo operato una sana e corretta gestione finanziaria, procedendo a ripianare alcune passività ereditate e debiti fuori bilancio ottenendo cosi ottimi risultati di gestione.
In un altro passaggio della lettera aperta al Sindaco il Consigliere De Simone si appella ad ipotetici “incarichi spartiti ad amici e compagni di avventura a consulenze e pareri, ad indennità ed incarichi assessoriale ed alla moltiplicazione dei dirigenti e delle aree.”

ANCHE QUESTE SONO ACCUSE PRETESTUOSE.
Sin dal mio insediamento abbiamo cercato di valorizzare, nel rispetto della legge, tutte le professionalità presenti nella nostra città, ad esempio per realizzare i cantieri di lavoro e le altre opere che in questi anni sono state realizzate ed altre che saranno realizzate in futuro, senza quasi mai pesare nel bilancio comunale, trovando copertura all’interno delle opere finanziate. NON HO MAI AFFIDATO INCARICHI A PARENTI. Se questo è inaccettabile,  come affermato dal Consigliere De Simone, significa che abbiamo diversità di vedute e sensibilità diverse verso i tanti giovani professionisti che sono presenti nella nostra città. Inoltre NON ABBIAMO MAI AFFIDATO INCARICHI DI CONSULENZA, mentre abbiamo acquisito un solo parere legale, tra l’altro richiesto dalla Commissione ex art. 5 per problematiche legate all’approvazione di progetti in Commissione. Mentre ho affidato incarichi di esperto nella materie ambientali ed in quelle legali. In tal senso a fronte di una spesa lorda mensile di circa 500,00 € per l’esperto in materia ambientale abbiamo ottenuto risparmi sulla TIA per l’anno 2010 di circa € 25.000,00 ed elevato contestazioni per il 2011 e 2012 alla Belice Ambiente per circa € 170.000,00, che si ripercuoteranno in maniera positiva nei costi dei cittadini sulla TIA 2012 e 2013.

Inoltre E’ FALSO quanto affermato sulla nomina di DIRIGENTI; INFATTI L’AMMINISTRAZIONE NON HA IN QUESTI 3 ANNI NOMINATO NESSUN DIRIGENTE, ANZI HA REVOCATO AL SEGRETARIO GENERALE L’INCARICO DI DIRETTORE GENERALE ed ottenuto il consequenziale risparmio della spesa, che si va a sommare all’impiego con contratto PAR TIME del Segretario.
Quanto alla moltiplicazione delle aree, anche in questo caso siamo in presenza di accuse pretestuose
Infatti la nascita della nuova area Ambientale dovuta ai nuovi compiti che la Regione ci ha assegnato in materia quali la gestione della rete idrica, oggi in capo all’EAS, dei rifiuti con le nuove S.R.R. e del sistema di riuso delle acque di depurazione, hanno determinato la necessità di creare una nuova area.
Contrariamente alle affermazioni del De Simone questa nuova area non ha portato UN AUMENTO BENSI’ UN RISPARMIO DELLA SPESA.

IL CONSIGLIERE DE SIMONE IN QUESTA LETTERA HA USATO I TERMINI DI “VERGOGNA, SENSO DI RESPONSABILITA’, PRENDERE ARMI E BAGAGLI ED ANDARE A CASA”; IO GLI CHIEDO QUALI DI QUESTE ESPRESSIONI USEREBBE IL CONSIGLIERE DE SIMONE PER DEFINIRE LA RICHIESTA E LA VOTAZIONE IN C.C. DI UNA VARIAZIONE DI BILANCIO CHE HA PREVISTO DELLE SOMME PER PAGARE IL PROGETTO PER LA “GREEN WAYS” ELABORATO DALLO STESSO CONSIGLIERE DE SIMONE?

E COME MAI NEL PERIODO IN CUI ESPONENTI DEL GRUPPO “OFFICINA 146” ERANO PRESENTI IN GIUNTA IL CONSIGLIERE DE SIMONE NON SI È POSTO NESSUN PROBLEMA SULLE INDENNITÀ E SUGLI INCARICHI ASSESSORIALI AVENDONE CAMBIATO BEN 2 DI ASSESSORI?

IL SINDACO E LA GIUNTA COMUNALE DI CONTRO SI SONO GIÀ RIDOTTI LA  MISERA INDENNITÀ.

A VOI CARI CONCITTADINI DI GIBELLINA LA SCELTA DELL’ESPRESSIONE PIÙ APPROPRIATA E CONSONA AI FATTI APPENA ACCENNATI.

A QUESTO PUNTO OCCORRE FARSI QUALCHE DOMANDA.

1) COME MAI IL CONSIGLIERE DE SIMONE FA LA RICHIESTA DI DIMISSIONI A DISTANZA DI DUE MESI DALL’APPROVAZIONE DELLA DELIBERA DI G.M. N. 31 DEL 28/02/2013 ?

2) COME MAI SOLO OGGI CHIEDE LE DIMISSIONI DEL SINDACO SAPENDO CHE LA NECESSITÀ DI REPERIRE NUOVI FONDI PER I PRECARI, COSÌ COME PREVISTO DALLA LEGGE 4 DEL 22/01/2013, È VENUTA MENO ATTESO CHE LA REGIONE HA REPERITO I FONDI NECESSARI?

3) COME MAI PER FATTI CHE COMUNQUE RIGUARDANO QUESTIONI SOCIALI E NON PERSONALI SI CHIEDANO LE DIMISSIONI DEL SINDACO?
LA RISPOSTA È SEMPLICE: E’ INIZIATA LA CAMPAGNA ELETTORALE CON DUE ANNI DI ANTICIPO. FORSE LA PRETESA ELA PROTERVIA SUA E DI QUALCHE ALTRO DI FARE IL SINDACO DI QUESTA CITTÀ, ACCECANO LA CIVILE CONVIVENZA E VOGLIONO BUTTARE GIBELLINA IN UNO SCONTRO GENERAZIONALE E TRA OPPOSTE FAZIONI CHE CERTAMENTE NON FANNO IL BENE DEL PAESE, GENERANDO SOLO CENERE ED ODIO. SONO SICURO CHE È SOLO L’INIZIO DI UN TENTATIVO SUO E FORSE DI ALTRI SOGGETTI VOLTO A DESTABILIZZARE L’AMMINISTRAZIONE E TENTARE DI DISARCIONARE IL SINDACO.

IN TAL SENSO MI TROVERANNO PRONTO, CONSAPEVOLE DI ESSERE NEL GIUSTO E DI AVERE OPERATO CON COSCIENZA PER IL BENE DELLA CITTÀ.
IN QUESTI QUASI 3 ANNI PASSATI AD AMMINISTRARE LA NOSTRA CITTÀ HO RINUNCIATO ALLA MIA PROFESSIONE DI ARCHITETTO SVOLGENDO, COME PROMESSO, IL RUOLO DI SINDACO A TEMPO PIENO, ASCOLTANDO TUTTI I CITTADINI E NON SOLO I 1680 CHE MI HANNO ONORATO DEL LORO VOTO, AMMINISTRANDO CON ONESTÀ, GIUSTIZIA E TRASPARENZA. SONO STATO UNO DI VOI ED ASSIEME A VOI HO CERCATO DI RISOLVERE I TANTI PROBLEMI CHE ATTANAGLIANO LA NOSTRA COMUNITÀ. HO SEMPRE GUARDATO A QUELLO CHE MI HANNO INSEGNATO I MIEI GENITORI E CIOÈ ONESTA’ E RISPETTO VERSO I PIÙ DEBOLI. IO CONTINUERÒ A SVOLGERE IL RUOLO DI SINDACO RESPINGENDO CON SDEGNO LA RICHIESTA DI DIMISSIONI AVANZATA DAL CONSIGLIERE DE SIMONE, SEMPLICEMENTE PER AMORE VERSO LA MIA CITTÀ E PER SENSO DI GIUSTIZIA VERSO I MIEI CONCITTADINI.

Gibellina, lì 25/04/2013
Rosario Fontana

                                                                                                            

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE