PartannaLive.it


Consiglio Provinciale: bocciato il rendiconto per l’esercizio finanziaro 2012

Consiglio Provinciale: bocciato il rendiconto per l’esercizio finanziaro 2012
22 maggio
20:37 2013

Consiglio ProvincialeIl Consiglio Provinciale di Trapani, a conclusione di un nuovo dibattito sull’argomento svoltosi nella mattinata di oggi, ha respinto (13 voti contrari e 5 astenuti), il rendiconto dell’esercizio finanziario relativo all’anno 2012.
La bocciatura dell’importante provvedimento è stata motivata da tutti i gruppi politici con la mancanza della necessaria chiarezza. Questo, nonostante il Presidente Salvatore Fodale, in avvio di seduta, avesse dichiarato che il Collegio dei Revisori dei Conti, a seguito di ulteriori spiegazioni fornite dall’Amministrazione, aveva sciolto la riserva precedentemente formulata (per iscritto) a causa delle discordanze registrate relativamente ai crediti/debiti tra Provincia Regionale e Società Partecipate in merito ai dati forniti dall’Ente e a quelli trasmessi dagli organi amministrativi delle stesse società. Ciò, anche perché dette discordanze, trattandosi di rendiconto e non di bilancio di previsione, avrebbero potuto essere riconciliate entro il prossimo mese di dicembre, cioè entro la fine dell’esercizio in corso.
La dichiarazione verbale dei Revisori non ha però convinto l’Aula tanto che il Presidente della Commissione Finanze, Giuseppe Giammarinaro, ha tenuto a sottolineare che non sarebbe andato più in là del voto di astensione perché – ha detto – se la collega Agate ha definito edulcorato il bilancio di previsione approvato nello scorso mese di luglio, da parte mia considero adulterato il rendiconto per l’esercizio 2012. Di segno negativo anche le considerazioni di tutti gli altri Consiglieri intervenuti nella discussione prima e nella dichiarazione di voto poi.
Per Giuseppe Ortisi (Sel), Vice Presidente del Consiglio Provinciale, il rendiconto dice cose diverse dalla realtà dei fatti, mentre per Giuseppe Siragusa (PDL) lo scioglimento verbale della riserva operato oggi dai Revisori costituisce la conferma che il loro parere non era favorevole. Contrario anche il gruppo di Alleanza per la Provincia con Matteo Angileri che, fra l’altro, ha definito allucinante il fatto che si sia passati da un bilancio di 45 milioni di euro a luglio 2012 allo sforamento, in pochi mesi, del patto di stabilità per oltre 9 milioni che vuol dire circa 19 milioni di euro in meno da togliere allo stesso bilancio. Dedotte ulteriormente le spese per il personale dipendente – ha sottolineato Matteo Angileri – mi chiedo come può fare un Ente senza soldi ad assicurare i servizi istituzionali. Il capogruppo di Alleanza per la Provincia ha pure espresso preoccupazione per il futuro di Airgest e dell’aeroporto di Birgi affermando che se non confermare la convenzione con “Ryanair” costituirebbe un duro colpo per l’economia della nostra provincia.
Da parte del capogruppo del PD, Salvatore Daidone, che ha letto una lunga e articolata dichiarazione, oltre all’annuncio del voto negativo del suo partito è stata anche ribadita la richiesta di trasmissione alla Corte dei Conti del verbale dell’odierna seduta consiliare e di quella dello scorso 16 maggio. La questione del rendiconto infatti, a parere del Consigliere Daidone, presenta non pochi aspetti tecnici e politici di dubbia chiarezza. Lo stesso Daidone, fra l’altro, ha inoltre chiesto che si faccia chiarezza su tutta la gestione politico-amministrativa del quadriennio a guida dell’ex Presidente Turano, sottolineando che non è casuale se il Ministero dell’Interno ha nominato una commissione prefettizia per indagare proprio sulla gestione amministrativa dell’Ente.
Contro l’approvazione del rendiconto, per tutto quello che è emerso durante il dibattito, si è pronunciato infine anche il Consigliere Giacomo Sucameli, capogruppo del MIR (Moderati in Rivoluzione).

L’UFFICIO STAMPA
(S. Ingianni)

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE