PartannaLive.it


Social network e news: Facebook e Twitter spingono a leggere le notizie

Social network e news: Facebook e Twitter spingono a leggere le notizie
24 novembre
10:51 2013

social networkCirca la metà delle persone che utilizzano Facebook e Twitter leggono notizie partendo dagli aggiornamenti sulle bacheche dei loro contatti. Tale dato risulta da una ricerca condotta negli Stati Uniti dal Pew Research Journalism Project che cerca di leggere il rapporto tra i principali social network e la fruizione di notizie, dove per “notizie” i ricercatori intendono “informazioni o questioni su eventi che riguardano non solo i tuoi familiari o amici”. Secondo la ricerca, Twitter e Facebook sono i network più utilizzati per accedere alle news seguiti da YouTube, Google+ e Linkedin. Più nello specifico, su un totale di utilizzatori di Facebook del 64% della popolazione il 30% di questi accede alle notizie segnalate dalla propria cerchia di amici o dalle pagine che segue. Per Twitter il rapporto è l’8% sul totale del 16% di utilizzatori complessivi. Mentre YouTube, che è frequentato dal 50% della popolazione, spinge verso le notizie solo il 10% della propria utenza. Altri due dati interessanti emergono dalla ricerca. Il primo riguarda la questione delle “fonti”. Il 65% di utenti utilizza un solo social network per accedere alle notizie, il 26% due e il 9% si avvale di tre o più social. Il secondo tocca invece il tema della fruizione in mobilità, dove Twitter la fa da padrone: il 54% degli utenti del network dei 160 caratteri legge news in mobilità partendo dai “cinguetti”, seguito da Linkedin (51%) e Google+ (42%) mentre Facebook si ferma solo al 38%. Si tratta naturalmente di dati che riguardano il mercato statunitense e non è detto che questi possano essere direttamente tradotti per quello italiano o europeo.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE